La lettera d’amore più bella di sempre? Da Johnny Cash a June Carter

Musica

La lettera d’amore più bella di sempre? Da Johnny Cash a June Carter

Una lettera d’amore scritta da Johnny Cash alla moglie June Carter Cash è stata eletta come la più bella di tutti i tempi.

Schermata 2015-02-16 alle 16.08.47

Lo ha stabilito un sondaggio online, promosso da Beagle Street, in occasione del 14 febbraio, la festa
degli innamorati. Ormai, infatti, ci siamo: mancano poche ore al fatidico giorno di San Valentino, atteso da schiere di coppie, amanti, fidanzati, mariti e mogli, e a quanti attendono questa ricorrenza annuale per scambiarsi regali e passare una serata romantica insieme. Al netto delle critiche di chi la definisce una pura trovata commerciale, perché l’amore non si può celebrare in un solo giorno, è un dato di fatto che a metà febbraio fiocchino iniziative, campagne e progetti, collegabili in qualche modo al giorno dedicato a Valentino, martire e vescovo di Terni.
Beagle Street ha quindi pensato di lanciare per il 14 febbraio un sondaggio online, invitando chiunque a votare la più bella lettera d’amore di sempre tra quelle che venivano proposte.no sposati nel 1968 e sono rimasti insieme oltre 30 anni.

June è morta nel 2003 e qualche mese dopo anche Johnny è passato a miglior vita.

IL TESTO DELLA LETTERA
Questa la lettera che ha convinto tutti: “Buon compleanno principessa, ormai siamo vecchi e ci siamo abituati l’uno all’altra. La pensiamo nello stesso modo. Leggiamo la mente dell’altro. Sappiamo quello che l’altro vuole anche senza dirlo. A volte ci irritiamo anche un po’. Forse a volte ci diamo anche per scontati. Ma ogni tanto, come oggi, medito su questo e mi rendo conto di quanto sono fortunato a condividere la vita con la più grande donna che abbia mai incontrato. Continui ad affascinarmi e ad inspirarmi. La tua influenza mi rende migliore. Sei l’oggetto del mio desiderio, la prima ragione della mia esistenza. Ti amo tantissimo. Buon compleanno principessa, John”.


Johnny Cash June Carter – Jackson

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche