Le romantiche canzoni francesi degli anni '60 - Notizie.it

Le romantiche canzoni francesi degli anni ’60

Musica

Le romantiche canzoni francesi degli anni ’60

musica francese

Vediamo quali sono stati i migliori interpreti della musica romantica francese degli anni '60.

La Francia, negli anni ’60, conobbe una rinascita culturale incredibile grazie all’atmosfera di euforia e di ottimismo che si era andata diffondendo a seguito della fine del secondo conflitto mondiale. Nel panorama culturale europeo, dopo decenni di oblio, la Francia tornò a dominare con il successo di numerosi artisti interpreti delle più diverse discipline. La letteratura fu scossa dall’avvento degli esistenzialisti che sconvolsero il panorama filosofico e letterario dell’epoca. Solo per citarne alcuni pensiamo alle opere di Sartre e di Camus, due autori francesi che rivoluzionarono il mondo del pensiero europeo. Anche il cinema francese conobbe negli anni ’60 un periodo di rinnovamento diventando celebre in tutto il mondo. Le opere cinematografiche della corrente della Novelle vague diedero un impulso di innovazione e sperimentazione straordinario nel mondo del cinema. Ma ora occupiamoci di musica, andando ad esplorare il mondo dei cantanti romantici francesi degli anni ’60.

I cantanti francesi degli anni ‘60

La musica francese degli anni ’60 è diventata famosa in tutto il mondo ed è molto ascoltata ancora oggi.

Charles Aznavour

Quando sentiamo parlare di musica francese non possiamo non pensare a Charles Aznavour, uno dei cantanti che hanno fatto la storia, definito il Frank Sinatra d’Europa.

Figlio di genitori armeni, Aznavour nasce a Parigi nel 1924 ed inizia fin da giovanissimo ad entrare nel mondo del teatro parigino. La svolta nella sua carriera avviene nel 1946, subito dopo la fine della guerra, quando la famosa cantante Edith Piaf lo porta in un tour per tutta la Francia, il Canada e gli Stati Uniti. In pochi anni la sua fama divenne incredibile arrivando negli anni ’50 a scalare le classifiche delle canzoni più ascoltate di Francia. L’apice del suo successo avviene però negli anni ’60 quando pubblica una serie di canzoni che rimarranno nella storia della musica francese. Solo per citarne alcune “Il Faut Savoir”, “La mamma”, “Et pourtant” e “For me formidable”. Ci vorrebbe un libro per narrare tutta la sua carriera che l’ha visto attore protagonista di numerosi film di successo, ambasciatore itinerante dell’Armenia e insignito di numerose onorificenze per i suoi successi musicali. La canzone che meglio racchiude la musica francese degli anni ’60 e che vi consigliamo di ascoltare quando vi sentiti nostalgici è “Hier, ancore” del mitico Charles Aznavour.

Jean Ferrat

Un altro cantante che vale la pena citare tra quelli più significativi della musica francese romantica degli anni ’60 è Jean Ferrat.

Nato negli anni ’30 da una famiglia povera, fin da giovane si diede da fare per aiutare la madre e i fratelli anche a causa della perdita del padre, un ebreo russo che morì nel campo di concentramento di Auschwitz. Le prime canzoni che gli fecero acquisire una certa fama furono incise nel 1958 con il primo singolo 45 giri. Il successo arrivò in maniera piena solo negli anni ’60 con alcune canzoni diventate celebri nella storia della musica francese come “Que serait je sans toi”, “Ma Mòme” e “C’est beau la vie”.

Gilbert Bécaud

Gilbert Bécaud è un altro cantante francese diventato famoso negli anni ’60. L’anno che lo incoronò come uno dei più grandi interpreti della musica francese fu il 1961 quando incise uno dei suoi più grandi successi: “Et maintenant”. Il successo fu tale che la canzone fu interpretata da Frank Sianatra in una versione tradotta in inglese. Altre importanti canzoni da ricordare di Bécaud, uscite negli anni’60 furono “Téte de bois”, “Dimanche à Orly” e “Nathalie”.

Quest’ultima narra di una giovane guida turistica che accompagna l’autore per le strade della Piazza Rossa, in una Mosca sovietica deserta e ricoperta dalla neve. L’uomo passa poi a ricordare la notte passata con la ragazza prima di lasciarla per tornare a Parigi dove sogna di invitarla un giorno per ricambiare il ruolo di guida turistica della capitale francese. Anche Bécaud, come molti artisti di quell’epoca si dedicò alla carriera di attore, partecipando ad alcuni film assieme alla grande carriera di cantante.

Richard Anthony

Richard Anthony è un cantante francese di origini arabe, diventato famoso negli anni ’60. Giunge in Francia, per frequentare il liceo nel 1951, dopo aver trascorso una ricca infanzia tra Egitto, Argentina e Regno Unito. Anthony inizia la sua carriera di musicista come sassofonista di jazz ma viene influenzato ben presto dalla musica pop inglese della fine degli anni ’50. Unendo le influenze inglese alla tradizionale musica romantica francese di quel periodo Anthony conosce un enorme successo con il singolo “Et j’entends siffler le train”, uscito nel 1962.

Un altro titolo diventato famoso anche in Italia è “Cin cin” che rimane in testa alle classifiche delle canzoni più ascoltate per parecchie settimane nel 1964. La sua carriera continuerà poi nei decenni successivi con minor successo rimanendo nella storia della musica francesi come uno dei migliori interpreti degli anni ’60.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*