L’ecomostro del mare

Viaggi

L’ecomostro del mare

L'ecomostro ligure in tutto il suo splendore.

Ecomostro. La parola stessa evoca l’immagine di enormi colossi di cemento, che distruggono il territorio per mettere in tasca soldi facili a pochi imprenditori. Luoghi nati per ragioni orribili, e che per qualcuno ora possiedono il macabro fascino dei luoghi abbandonati.

Ecomostro

In Liguria c’è un ecomostro quasi nascosto, in mezzo al verde e ai boschi. Se ci avventuriamo nell’entroterra, lo possiamo trovare facilmente. La storia è quasi grottesca: ideato da un gruppo di maestre elementari, l’ecomostro è un colossale complesso residenziale, costruito su un terreno estremamente friabile e tendente alle frane.

Le scale

Nella grande tradizione edilizia del nostro paese, la cosa non preoccupò minimamente i costruttori dell’ecomostro, che si misero in fretta a cementificare tutto quello che potevano cementificare. Ma il terreno non era assolutamente adatto alla costruzione e il complesso si riempì molto in fretta di crepe, e i pavimenti si inclinarono.

Ecomostro

Pochi mesi dopo la costruzione il complesso fu dichiarato inagibile e chiuso al pubblico. All’interno dell’ecomostro si possono ancora vedere oggetti appartenuti ai primi residenti, che furono costretti in fretta e furia a sgombrare le loro case. Almeno, tutto quello che non è stato rubato o era troppo rovinato per far gola ai tanti ladri che hanno saccheggiato il complesso, inclusa una serie di bambole terrificanti.

Ecomostro

1 / 4
1 / 4
L'ecomostro ligure in tutto il suo splendore.
Gli unici abitanti sono i graffitari, anche loro molto rari.
Una poltrona devastata dai vandali in uno degli appartamenti.
Una delle bambole abbandonate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...