Moody’s boccia il fondo salva stati, lo spread schizza a 540 punti COMMENTA  

Moody’s boccia il fondo salva stati, lo spread schizza a 540 punti COMMENTA  

20120725-093031.jpg

La scure di Moody’s si abbatte sul fondo salva stati, le prospettive sono negative. All’origine di tale decisione, spiega l’agenzia, c’è il taglio delle prospettive di Germania (che controlla il 29,1% del fondo di garanzia), Olanda (6,1%) e Lussemburgo (0,3%). Lo spread schizza sempre più su, a livelli che definire preoccupati è un eufemismo: 540 punti che si traduce in un rendimento dei titoli decennali al 6,6%. Si tratta i un record per ilmGoverno Tecnico che, nelle premesse, avrebbe dovuto ottenere l’effetto contrario.


A Milano apre positiva Piazza Affari con l’indice Ftse Mib che segna +0,16% a 12.370 punti, l’All Share +0,07% a 13.435 punti e lo Star +0,06% a 9.716 punti.

Apertura incerta per le principali piazze europee: a Parigi l’indice Cac segna +0,14% a 3.078 punti mentre a Londra il Ftse registra un calo dello 0,21% a 5.488 punti. Negativa anche Francoforte con il Dax che registra un calo dello 0,08% a 6.386 punti
Chiusura in ribasso per la Borsa di Tokyo con l’indice Nikkei che a fine giornata segna -1,44% a 8.365,90 punti.

Chiusura negativa per Wall Street con l’indice Dow Jones che ha fine giornata segna un calo dello 0,82% a 12.617,32 punti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*