Novità: il Fisco non pignora più la casa

Economia

Novità: il Fisco non pignora più la casa

Cambiano le modalità di riscossione dei tributi da parte del Fisco. In particolare, il Governo, su sollecitazione del Parlamento, propone modifiche sul pignoramento delle abitazioni. L’obiettivo principale è di mettere un limite all’esproprio e al pignoramento sulla casa di abitazione dei contribuenti morosi oppure sui beni funzionali dell’attività, se si tratta invece di un’impresa.

La proposta è di procedere al pignoramento solo per un credito fiscale superiore ai 20 mila euro, senza però consentirne l’alienazione. In poche parole la casa non potrà essere venduta all’asta dall’agente della riscossione a garanzia del credito dell’ente pubblico. Un altro punto dolente sul quale il Governo dovrà intervenire è la lotta all’evasione fiscale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

nota di ringraziamento
Lavoro

Come scrivere una nota di ringraziamento per il proprio capo

27 maggio 2017 di Notizie

Hai ricevuto una promozione? Hai ricevuto note di apprezzamento? Vuoi ringraziare il tuo capo per l’opportunità che ti ha dato?
Per tutte queste cose, puoi scrivere una nota, un biglietto di ringraziamento per il tuo capo, facendogli sentire la tua presenza e ringraziandolo per l’incoraggiamento e la pazienza che ha avuto con te.

Loading...