Nuoto: uno dei migliori sport per un fisico muscoloso e definito
Nuoto: uno dei migliori sport per un fisico muscoloso e definito
Sport

Nuoto: uno dei migliori sport per un fisico muscoloso e definito

Nuoto: uno dei migliori sport per un fisico muscoloso e definito
Nuoto: uno dei migliori sport per un fisico muscoloso e definito

Il nuoto è uno degli sport più completi che ci siano. Muscoli, perfezione, curve armoniose: le promesse di una disciplina troppo spesso evitata.

Viviane, cinquantenne in pensione, dedica, da due anni, 30 minuti, due volte a settimana, al nuoto, in particolare stile “rana“. Il risultato è definitivo. La donna ha ribadito che grazie al nuoto, il suo corpo è ben tenuto e soprattutto scolpito, un corpo da far impallidire Elle Macpherson. Se desiderate mantenere la silhoutte costantemente e avete scelto il nuoto per farlo, avete preso la decisione migliore. Ecco le spiegazioni di Viviane.

Uno degli sport più completi

Se la disciplina ha sempre avuto una buona nomea, è in primo luogo perché il nuoto ha molti più vantaggi che svantaggi. Se la corsa è vietata alle persone in sovrappeso o a quelle che soffrono alle articolazioni, il nuoto può essere praticato da tutti e ad ogni età. Con la pressione dell’acqua, il corpo non subisce alcun impatto e, vantaggio non trascurabile, gli sforzi vengono ripagati con dolcezza.

Il nuoto deve il suo successo soprattutto alla forza sprigionata nell’acqua: il nuoto mobilita tutto il corpo.

E nessun rischio di trasformarsi in Michael Phelps “il nuoto scolpisce il corpo armoniosamente, allunga i muscoli”, dice Karine Hellebuyck, allenatrice sportiva a Parigi. Chiaramente, si lavora sulle braccia, la schiena, si lavora in una postura orizzontale e si sollecitano i glutei e le gambe. Avanzare in lunghezza migliora la nostra capacità di resistenza, ma non solo, “la pressione dell’acqua permette anche un effetto drenante, che lo rende uno sport ideale per le donne che vogliono eliminare i loro cuscinetti e la cellulite. Inoltre promuove il ritorno venoso e allevia la sensazione di gambe pesanti“, dice il professionista.

I primi risultati dopo 4 settimane di nuoto

In pratica, e per garantire il massimo dei risultati, l’allenatrice consiglia di optare per il dorso, da eseguire con le pinne “Il dorso è interessante, ma sollecita di più la parte superiore del corpo, i battiti delle gambe sono meno efficaci. Nella rana classica, il corpo non è orizzontale e il dorso si piega, e questo può causare dolore alla schiena.

Se si tiene alla posizione, è meglio a nuotare a rana. ”

45 minuti due volte a settimana

Se l’obiettivo della nuotatrice è quello di formare i muscoli, definire e mantenere la silhouette, si punta ad un impegno minimo di due sedute di 45 minuti a settimana.

Buono a sapersi: se l’obiettivo è quello di migliorare precisamente una zona definita del corpo, come i glutei e gli addominali, il nuoto non può compiere la missione. A meno che non lo si associ ad esercizi di rafforzamento muscolare nel corso della settimana.

Qual è il contenuto della sessione? Due tipi: una catena di vasche dall’inizio alla fine o l’alternanza di esercizi per quelli che si annoiano facilmente. Così, “in una sessione da 45 minuti, si possono fare da 3 a 5 minuti sbattendo le gambe (con una tavola), da 3 a 5 minuti di pedalata con il dorso al bordo, 3-5 minuti di camminata in acqua per poi terminare con 5 minuti di dorso.

Ripetere la sequenza due volte per cominciare“, spiega l’allenatrice sportiva. Ricordatevi di rimanere fedeli ad un punto fisso sul soffitto, per evitare di attraversare lentamente ma sicuramente il bacino in diagonale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche