Offerta: Pantofole invernali COMMENTA  

Offerta: Pantofole invernali COMMENTA  


Pantofole da uomo o donna in pelle di pecora australiana. Vari colori disponibili

    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da donna, colore cioccolato (numero 36)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da donna, colore cioccolato (numero 37)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da donna, colore cioccolato (numero 38)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da donna, colore cioccolato (numero 39)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da donna, colore cioccolato (numero 40-41)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore tan (numero 41)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore tan (numero 42)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore tan (numero 43)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore tan (numero 44)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore tan (numero 45)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore cioccolato (numero 41)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore cioccolato (numero 42)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore cioccolato (numero 43)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore cioccolato (numero 44)
    Pantofole invernali
    Pantofole in pecora da uomo, colore cioccolato (numero 45)

Per comprare questa offerta vai su Groupon

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*