Papa Francesco in Messico: giovani vera ricchezza del Paese COMMENTA  

Papa Francesco in Messico: giovani vera ricchezza del Paese COMMENTA  

Papa Francesco, nel corso del suo viaggio in Messico, ha avuto modo di misurarsi con una delle situazione che più sembrano stimolarlo e piacergli: parlare ai giovani.


Lo ha fatto allo stadio di Morelia, davanti a 50 mila persone, tuonando che sono i giovani a essere “la ricchezza del Messico“. Una folla entusiasta ha accolto le parole del Pontefice, che ha sottolineato l’importanza di non lasciarsi mettere da parte: “la principale minaccia alla speranza sono i discorsi che ti svalutano, che ti fanno sentire di seconda categoria, di seconda o di quarta categoria.

E’ doloroso quando ti fanno sapere che non importi a nessuno, e questo ci uccide”.

E’ nella famiglia che si imparano “la vicinanza” e “la solidarietà”. E’ nella famiglia, ha evidenziato Papa Francesco, che “si impara a condividere, a discernere, a portare avanti i problemi gli uni degli altri, a litigarsi e a discutere, ma a riavvicinarsi, abbracciarsi e baciarsi.

La famiglia è la prima scuola della nazione. La famiglia è la pietra di base della costruzione di una grande nazione”.

Ecco che allora sono i giovani a rappresentare, secondo il Papa, la vera ricchezza di una nazione, perché sono i giovani a rappresentare il futuro, a poterlo e a doverlo costruire.

L'articolo prosegue subito dopo

Siate furbi come serpenti” ha ammonito Bergoglio “e umili come colombe“.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*