Papa Francesco a colloquio con i migranti

Cultura

Papa Francesco a colloquio con i migranti

papa-francesco-seul-300x225

Papa Francesco ha avuto un’ udienza privata ed ha parlato in Vaticano con un gruppo di migranti che sono sopravvissuti a un naufragio nei pressi del sud, precisamente dell’isola italiana di Lampedusa un anno fa.
Il pontefice ha invitato gli uomini e le donne europee ad aprire i loro cuori verso la situazione dei migranti. “Voglio dire che sono vicino a voi, prego per voi e prego che tutte le porte chiuse siano aperte” ha detto il pontefice secondo l’addetto stampa del Vaticano, padre Federico Lombardi. Il disastro dei barconi ha avuto luogo il 3 ottobre 2013 e rivendicato la morte di 368 persone, la maggior parte dei quali rifugiati somali e eritrei. Lombardi ha precisato che la delegazione che ha incontrato il papa era composta da 37 eritrei, dai sopravvissuti e dalle loro famiglie, provenienti da paesi europei come la Germania, la Svezia, la Norvegia, l’Olanda e la Danimarca.

Alcuni dei migranti parlò al papa in inglese, altri nella loro lingua, ringraziandolo per il suo impegno e pregando per avere per il suo continuo supporto.
Francesco si recò a Lampedusa nel luglio 2013 dove ha denunciato “la globalizzazione dell’indifferenza”, tra cui gli atteggiamenti verso i migranti che rischiano la vita nel tentativo di raggiungere l’Europa attraverso l’Italia dall’Africa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche