Perché la Guerra delle due Rose venne chiamata così?

Guide

Perché la Guerra delle due Rose venne chiamata così?

La serie di guerre civili che attanagliarono l’Inghilterra tra il 1455 e il 1485 è ora conosciuta come ‘la Guerra delle due Rose’. Tuttavia, questo nome non era utilizzato ai quei tempi. Non era così evidente ai partecipanti di queste lotte, quanto lo è oggi per gli storici, che erano in fondo impegnati in una serie di conflitti collegati.

Le origini del nome:

Il termine ‘rose’ si riferisce ai disegni araldici delle due casate in guerra: gli York avevano una rosa rossa, i Lancaster una bianca. Tuttavia, è discutibile se questi simboli siano stati usati in battaglia. La maggior parte dei soldati probabilmente combatteva sotto le insegne e i colori della loro signoria feudale. Tutti i signori avevano un distintivo diverso: Riccardo III, per esempio, aveva raffigurato un cinghiale bianco.

La possibilità che le rose siano state utilizzate in battaglia, è stata certamente vista come un’ importante evento. Essi sono menzionati nelle cronache delle guerre, da cui Shakespeare e altri hanno preso l’ispirazione per scrivere su di loro in seguito.

Le rose sono diffuse:

E ‘stato attraverso le cronache e i set finzione durante le guerre che l’idea delle rose, come emblemi chiave, sembrano aver preso piede. Il più famoso, e quindi influente, è Shakespeare. Nel “re Enrico VI”, Parte 1, c’è una scena in cui Riccardo Plantageneto, il leader Yorkista, e il duca di Somerset, un Lancaster, discutono nei giardini del London’s Temple. Essi e i loro seguaci, colgono rispettivamente, una rosa bianca e una rosa rossa, come segni della loro inimicizia eterna. Questa è una licenza artistica da parte di Shakespeare, questo evento infatti non ha mai avuto luogo. Ma era un modo pulito e semplice per distinguere le due parti, ed è drammaticamente soddisfacente.

Sempre Shakespeare nel “Riccardo III” conclude con il trionfante discorso di Enrico VII: “Uniremo la rosa bianca e la rossa”, una potente immagine che potrebbe essere stata presa dalla propaganda Tudor (la tragedia di Shakespeare era essa stessa propaganda Tudor). Secondo l’autore Trevor Royle la Guerra delle Rose fu la “prima Guerra civile inglese”, gli scrittori successivi raccolsero l’immagine delle rose, usandola come un modo utile per simboleggiare il conflitto.

Sir Walter Scott continuò questa tradizione, e sembra che egli fu il primo ad utilizzare il nome ‘Guerra delle Rose’. Il romanziere molto popolare incluse il termine in ‘Ivanhoe’, suo romanzo del 1820 e in ‘Anna di Geierstein’ (1829). Entro la fine del XIX secolo, il termine divenne universalmente noto riguardo la lotta tra le casate degli York e dei Lancaster.

‘La Guerra delle Rose’ è forse un termine troppo romantico vista la serie di sanguinose guerre che distrussero ampie porzioni della nobiltà inglese e causarono il paese a discendere nel caos. L’ opinione di Sir Walter Scott risulta leggera e poco consona. Tuttavia, il nome è immensamente evocativo, ed è durato più a lungo degli stessi romanzi di Scott.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...