Pollon: 7 curiosità su uno dei cartoni più amati COMMENTA  

Pollon: 7 curiosità su uno dei cartoni più amati COMMENTA  

pollon
Pollon, amtissimo cartone animato degli Anni '80, raccontava la storia di una bambina molto importante. Figlia di Apollo, nipote di Zeus e combina guai.

Pollon, amtissimo cartone animato degli Anni ’80, raccontava la storia di una bambina molto importante. Figlia di Apollo, nipote di Zeus e combina guai.

Era trasmesso tutti i giorni alle 16, orario attesissimo dai bambini per il programma “Bim Bum Bam” durante il quale si suggeguivano cartoni animati per tutti i gusti!

Pollon viveva le sue grandi avventure con il fidato Eros, dio dell’Amore con il quale andava alla ricerca di strani personaggi da aiutare allo scopo di accumulare i gettoni necessari a diventare, finalmente, una dea.


Il tutto grazie a una polverina magica che aiutava questi personaggi a essere di nuovo felici. I bambini italiani parlavano spesso di questa polverina e Pollon presto diventò l’eroina di molte bambine.


Come tutti i cartoni animati che si rispettino, anche Pollon ha i suoi segreti e curiosità. Eccone 7:

  1. Il titolo originale del manga/anime giapponese era “Olympos no Pollon”  (Pollon del Monte Olimpo) ma in Italia venne pubblicato come “C’era una volta..Pollon” per renderlo più semplice agli occhi dei bambini;
  2. La “nascita” di Pollon risale al 1977 per mano di Hideo Azuma in Giappone.

    Il cartone lì arrivò nel 1982, mentre qui i bambini dovettero aspettare fino al 1984, quando venne introdotto all’interno di Bim Bum Bam, condotto da Paolo Bonolis.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Il disegnatore di fumetti è papà anche di un’altra eroina delle bambine: “Nanà supergirl“.
  3. la colonna sonora è cantata da Cristina d’Avena, accompagnata da Piero Cassano dei Matia Bazar;
  4. nonostante sia ambientato nell’Antica Grecia, i personaggi mantengono intatte le tradizioni del paese nipponico, come quella di togliersi le scarpe prima di entrare in casa;
  5. Pollon è uno dei pochi cartoni animati che ricalca alla perfezione il manga di origine, soprattutto per quanto riguarda il finale;
  6. alla fine degli anni ’80 Azuma, esausto dal carico di lavoro che lo opprimeva, esce di casa e decide di vivere come un senzatetto per qualche anno. Il fumetto-biografia che scrive sull’esperienza diventa un bestseller da milioni di copie solo in Giappone.
  7. in Pollon sono presenti molti riferimenti espliciti all’omosessualità di alcuni personaggi (cosa legata alla storia della Grecia e dei suoi Dei), mai nascosti neanche in televisione. Stessa cosa vale per l’Italia, dove, sembrerà incredibile, non venne censurato nulla.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*