Pompei: in estate i concerti live di David Gilmour ed Elton John

pompei

Pompei tornerà ad ospitare un pezzo dei Pink Floyd, a distanza di 45 anni dallo storico evento del 1971. Il chitarrista David Gilmour si esibirà a Pompei per due concerti destinati a fare storia, il 7 e l’8 luglio. L’annuncio ufficiale è stato dato dal ministro della Cultura Dario Franceschini , attraverso un tweet carico di orgoglio, per un pezzo di storia della musica mondiale, che darà lustro ad uno dei siti archeologici più preziosi al mondo. Nel 1971, i Pink Floyd registrarono uno dei documentari che ha fatto la storia della musica rock mondiale.

Leggi anche: J-Ax e Fedez: annunciate le date del tour


Il documentario ‘Live at Pompeii’ vide la sapiente regìa di Adrian Maben, ed è rimasto un cult indelebile, per tutti gli appassionati della musica rock e dei Pink Floyd. Nell’idea, poi perfettamente realizzata nel documentario, i Pink Floyd suonarono nell’anfiteatro vuoto, ottenendo la concessione della Soprintendenza che autorizzò sei giorni di riprese, dove i Pink Floyd si esibirono live, portando con se, una grande quantità di attrezzatura e un impianto atto a garantire l’alta fedeltà dell’audio. L’elettricità non fu sufficiente per garantire l’evento, per questo motivo fu installato un cavo che portò energia direttamente dal municipio del comune di Pompei.

Leggi anche: Scaletta e prezzi biglietti Francesco Renga 15 ottobre 2016 Assago


In estate a Pompei si esibirà anche un’altra icona della musica mondiale. Il 12 luglio, infatti, presso il Teatro Grande degli Scavi, l’artista inglese Elton John, terrà un concerto live che delizierà i palati dei duemila fortunati che potranno assicurarsi il biglietto.

Leggi anche

1a422f7c871ca9cddd21abf79aafe1a8
Cultura

A Roma la mostra “Adriana Varejão. Azulejo”

Dal 1 ottobre fino al prossimo 10 dicembre a Roma presso la Gagosian Gallery, si svolge la mostra dal titolo: "Adriana Varejão. Azulejo".  Si tratta di una mostra dedicata interamente all'artista conosciuta come una dei più influenti artisti brasiliani che ci porta a conoscenza attraverso le sue opere sulla storia e la cultura del Brasile.  Durante la rassegna, il visitatore  si può soffermare  sia su recenti lavori  che  su nuove produzioni.  In mostra possiamo ammirare le grandi maioliche che sono realizzate in gesso e pittura a olio su tela. Inoltre, per l'occasione l'artista presenta Transbarroco (2014), la sua unica installazione-video multi- canale.  L'artista utilizza lo stile Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*