Rio 2016, ecco le speranze dell’Italia

Sport

Rio 2016, ecco le speranze dell’Italia

rio 2016 italia

Ci ha pensato il n. 1 del Coni Giovanni Malagò a dare l’obiettivo alla spedizione azzurra che fra un mese parteciperà a Rio 2016: 25 medaglie.

Finora l’Italia è sempre rimasta al di sopra di questa soglia, arrivando a 28 medaglie quattro anni fa a Londra. Ora gli atleti sono chiamati ad una conferma che potrebbe non essere molto semplice.

Nuoto e scherma

Nel nuoto, i nomi più attesi sono quelli di Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri e Tania Cagnotto, senza dimenticare Gabriele Detti. Ottime chance per la scherma, che si affida soprattutto ai colpi di Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Rossella Fiamingo, Aldo Montano e Diego Occhiuzzi.

Pallanuoto e ciclismo

Le nazionali maschile e femminile di pallanuoto possono ambire ad una medaglia, così come qualcosa potrebbe arrivare anche dal ciclismo su strada, con Vincenzo Nibali e Fabio Aru a capitanare la squadra di Davide Cassani, per la quale l’uomo sorpresa potrebbe essere Diego Ulissi.

Anche la pista, con Elia Viviani, potrebbe portare una medaglia.

Canottaggio, ginnastica, judo, lotta e atletica

Buone probabilità hanno anche il canottaggio, soprattutto l’equipaggio del 4 senza, la ginnastica ritmica e quella artistica, dove l’Italia schiererà Vanessa Ferrari. Da non dimenticare il judo, con Edwige Gwend e Odette Giuffrida, la lotta, con Charnizo, il pentathlon, con Riccardo De Luca, e l’atletica leggera, dove Gianmarco Tamberi proverà a farsi valere nella gara di salto in alto.

Tennis, pallavolo, gare di tiro, vela e pugilato

Il duo Errani Vinci nel tennis potrebbe sorprendere, così come le nazionali di pallavolo (maschile, soprattutto), beach volley e, se ci sarà, quella di basket. Buone le probabilità di medaglia per il tiro a segno e il tiro a volo, così come per la vela e il pugilato, che si affiderà a Russo e Manfredonia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche