Scambio di embrioni al Pertini: donna decide di tenere i gemelli COMMENTA  

Scambio di embrioni al Pertini: donna decide di tenere i gemelli COMMENTA  

8-593x443

Bufera all’Ospedale Sandro Pertini di Roma, dove una donna incinta di due gemelli scopre che in realtà i genitori sono altri. Anna diventerà madre, mentre l’altra donna, Lia, ha avuto un aborto spontaneo dopo che per anni ha rincorso la gravidanza. Lia è vittima di un terribile errore medico: i due embrioni che invece sono stati impiantati nel grembo di Anna dovevano essere i suoi. Lo scambio di embrioni ha coinvolto due coppie romane, Anna e Luca e Lia e Mario, nel reparto di procreazione medicalmente assistita. Il 4 Dicembre 2013 sia Lia che Anna rimangono incinta, entrambe dopo diversi tentativi falliti. Proprio a partire da quel giorno i destini di queste due giovani coppie si sono assurdamente incrociati. Forse a causa di una distrazione dei medici, o per via di cognomi simili, si verifica lo scambio delle provette.

Leggi anche: E’ morto Lemmy, il leader dei Motorhead si è spento a 70 anni


Nel grembo di Anna viene impiantato l’embrione di Lia e viceversa. Anna si è rivolta ad un avvocato, al quale ha però spiegato di voler portare avanti la gravidanza. “Questi bambini li ho sentiti dentro di me”, ha dichiarato la donna, sconvolta dall’accaduto.

Leggi anche: Due padri di troppo: Emanuele Salce si mette a nudo


A metà marzo la lettera dell’avvocato di Anna e Luca provoca la chiusura del reparto, tutti i servizi vengono sospesi. Cosa accadrà quando i due gemelli verranno al mondo? Potrebbero Lia e Mario chiedere la restituzione di figli che hanno il loro patrimonio genetico? La legge nega questa possibilità. Intanto questa vicenda assurda ha tolto il sorriso a due giovani coppie.


 

 

Leggi anche

Re del marketing regala volo per tornare a casa a Natale
Attualità

Re del marketing regala volo per tornare a casa a Natale

Un imprenditore che pensa alle famiglie che non si potranno riunire per le feste natalizie. L'imprenditore ha deciso di regalare il volo a chi non può permettersi di viaggiare.   L'imprenditore con il suo lavoro era riuscito ad accumulare  350mila miglia aeree, nell'ultimo anno. E quindi, Peter Shankman ha deciso, di aiutare chi è in difficoltà. Peter ha prima distribuito un pò di miglia nella sua famiglia e ne ha date altrettante al suo assistente, dopo chi ha preso la nobile  decisione  di regalare il restante a chi non conosce. Quindi, utilizzando Internet, Peter Shankman, l'esperto di  marketing,   ha donato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*