Scandalo a Comiso, il sindaco sapeva COMMENTA  

Scandalo a Comiso, il sindaco sapeva COMMENTA  

Probabilmente la storia rimarrà confinata nel capitolo del malcostume della politica, ma l’episodio si può inserire a pieno titolo tra i più maldestri tentativi di coprire un piccolo abuso di potere. In attesa di un tapiro da parte di Striscia la Notiza, raccontiamo al meglio la storia.asf
Dopo anni di battaglie politiche e continui stop ai lavori, Comiso inaugura il suo aeroporto civile, in grado di poter rendere autonomo dal punto di vista dei trasporti l’area del ragusano ed offrire uno scalo in grado di affacciarsi sul Mediterraneo, avviando un ciclo virtuoso di investimenti. Il 3 dicembre viene data comunicazione ufficiale dell’avvenimento:

Lunedì 5 dicembre p.v. avrà luogo la cerimonia di consegna dell’Aeroporto degli Iblei Vincenzo Magliocco da parte del Comune, in qualità di stazione appaltante, alla società di gestione Soaco Spa.

La cerimonia, alla quale interverrà il sindaco Giuseppe Alfano, la Giunta municipale, il presidente di Soaco Spa Rosario Dibennardo e i componenti del CdA, si svolgerà presso la sede della Saoco, sita all’interno dell’aeroporto, alle ore 12.30.

Sempre il 3 dicembre il sindaco Giuseppe Alfano rigetta l’ennesima richiesta di dimissioni a seguito di un dissesto nelle finanze nel comune e Ma proprio il 3 dicembre ecco il fattaccio:
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=KMSQ4R2HnOs&w=640&h=360]
Come testimoniano le immagini raccolte dalla Fabbrica di Nichi di Comiso, il sindaco ha aperto le porte della pista di atterraggio e decollo dell’aeroporto di Comiso per una piccola gara clandestina di alcuni amici su Ferrari e Porsche. Dopo il danno però arriva la beffa.

Giuseppe Alfano viene a sapere che sta per arrivare un video che ha immortalato la bravata e cerca di fare qualcosa prima della pubblicazione in rete del video.

Per correre ai ripari il sindaco prova ad indire a sorpresa una sorta di piccola corsa di beneficenza in accordo con il Club Ferrari di Ragusa e con l’accordo del presidente della Soaco (la società che ha provveduto alla creazione dell’aeroporto di Comiso) per usare un tratto della pista di Comiso in primavera. Il maldestro tentativo rischia di naufragare, in quanto Rosario Di Bennardo smentisce, in maniera ufficiosa, tutta la vicenda e costringe il sindaco a riscrivere il comunicato stampa ufficiale, datato 6 dicembre 2011.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma la beffa finale è dietro l’angolo, in quanto la prova regina di come il sindaco abbia provato a giustificare il tutto sta in questo file, che dimostra come il comunicato originale sia stato cambiato durante la stessa giornata: comunicati stampa
A questo punto, sulla pista di Comiso, si attende l’atterraggio di un bel tapiro d’oro.

Leggi anche

About Francesco Quartararo 665 Articoli
Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

4 Commenti su Scandalo a Comiso, il sindaco sapeva

  1. Tutta la vicenda delle corse clandestine all'aeroporto di Comiso. Ecco come il sindaco ha provato a coprire il fattaccio

  2. sei stato copiato per filo e per segno da repubblica.. http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/12/13/news/il_caso_corse_in_ferrari_nell_aeroporto_indagato_il_sindaco_di_comiso-26551953/ . Complimenti al redattore che EVIDENTEMENTE ha dettato l'agenda della pagina di repubblica/palermo di oggi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*