Scommesse: Santoni-choc su Atalanta e Buffon - Notizie.it

Scommesse: Santoni-choc su Atalanta e Buffon

Calcio

Scommesse: Santoni-choc su Atalanta e Buffon

Doveva essere una giornata fondamentale sul fronte del calcioscommesse, con gli interrogatori di Gervasoni e Zamperini, e così è stato. E se nulla è filtrato dall’interrogatorio di quest’ultimo, durato circa un paio d’ore, le rivelazioni dell’ex difensore del Piacenza in quasi sei ore di colloquio hanno sensibilmente allargato la portata dello scandalo coinvolgendo una ventina di “nuovi” giocatori e nuove partite all’elenco già corposo in possesso degli inquirenti. Emergono nuovi particolari: le partite cui avrebbe fatto riferimento Gervasoni sono Palermo-Bari del 7 maggio scorso, terminata 2-1, e le già citate Lazio-Genoa 4-2 e Lecce-Lazio 2-4 delle ultime due giornate. Si tratta di partite delle battute conclusive del campionato e con in campo squadre “motivate” opposte a formazioni fuori dai giochi (Palermo e Genoa fuori dal giro Europeo, Bari già retrocesso, Lecce salvo): ma qui il livello sembra essere ben diverso rispetto ad un più o meno normale rilassamento di fine stagione.

Ma non è finita perché se è vero che mercoledì verrà nuovamente interrogato Santoni, a poche ore dall’atteso confronto con il pm Di Martino ecco la pubblicazione (casuale?) di un’intercettazione ambientale effettuata dalla squadra mobile di Bologna nell’auto dello stesso Santoni e risalente allo scorso 13 ottobre: l’ex portiere del Palermo è al telefono con un imprecisato Maurinho (si tratterebbe di Maurilio Fernandes, ex allenatore dell’Alto Adige femminile) e lascia intendere il coinvolgimento dell’Atalanta.

Perché tanto alla fine di casini ne abbiamo fatti tanti, dentro ci sono anche loro. capito?… Quindi è inutile che lo abbandonino, perché (…) qualcuno ha detto così…. perché non sapeva niente, ma… c’era chi sapeva“. Durante la stessa telefonata Santoni e Maurinho fanno anche chiaro riferimento a tre giocatori nel giro della Nazionale definiti “scommettitori malati, capaci di scommettere anche cento o duecentomila euro al mese. Si tratterebbe di Buffon, Cannavaro e Gattuso, ma tale frase rimane al momento indimostrabile. Le attenzioni degli inquirenti puntano su particolari ben più “probanti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche