Sharm el Sheikh: da meta turistica a città fantasma - Notizie.it
Sharm el Sheikh: da meta turistica a città fantasma
Viaggi

Sharm el Sheikh: da meta turistica a città fantasma

Cala la notte su Sharm el Sheikh.

Sharm el Sheikh giace abbandonata, le spiagge deserte, i villaggi svuotati. Le turbolenze degli ultimi anni hanno fatto scappare i turisti.

Sharm el Sheikh è morta; lunga vita a Sharm el Sheikh.

sharm el sheikh

Di tutti i luoghi abbandonati di cui abbiamo scritto, questo è quello che ci ha colpito di più. Non solo perchè è decisamente il più “giovane”, quello abbandonato da meno tempo. Ma perchè abbiamo vissuto tutti gli avvenimenti che hanno portato i turisti a scappare in massa dalle spiagge e villaggi vacanze egiziani, li abbiamo seguiti tutti sui giornali e alla televisione.

sharm el sheikh

Dalle rivolte della Primavera Araba che hanno portato alla deposizione di Mubarak, alla lunga serie di attentati terroristici di questi ultimi anni, a vicende di cronaca come la triste storia di Giulio Regeni. Queste cose non succedono in una specie di vuoto assoluto: quando un paese è soggetto a così tante difficoltà, che la causa siano i suoi politici o i terroristi dell’Isis, andare avanti è difficile.

E per posti come Sharm el Sheikh, che vivono di turismo occidentale, è impossibile.

sharm el sheikh

Addio, perla del mar Rosso, teatro di mille vacanze di noi europei. Una volta, si parlava spesso di amici o parenti che andavano ad abbronzarsi e passare le vacanze li, nel punto più a sud dell’intero Sinai. Quanti di voi sono stati a Sharm el Sheikh prima che tutto andasse in rovina? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti. Sarà la nostra piccola veglia funebre online.

1 / 6
1 / 6
Giù il cappello e mano sul cuore, signori.
Molte strutture nuovissime restano in una fase di abbandono. Non c'è nessuno.
Cala la notte su Sharm el Sheikh.
Lo sfarzo e il lusso ormai non servono più a nulla.
Non ci può essere un mercato se non ci sono clienti.
Gli stabilimenti ancora resistono, incrollabili, cercando di andare avanti. Ma le spiagge restano vuote.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche