Smettere di fumare: come contrastare la dipendenza
Smettere di fumare: come contrastare la dipendenza
Salute

Smettere di fumare: come contrastare la dipendenza

Smettere di fumare
Smettere di fumare: come contrastare la dipendenza

Smettere di fumare è ormai una delle più grandi sfide dell'uomo moderno. Ecco un nuovo rimedio per combattere il tabagismo

Smettere di fumare è ormai una delle più grandi sfide dell’uomo moderno. I problemi che causa il fumo sono noti a tutti, come ormai anche le cause della dipendenza e la battaglia contro la sigaretta sta diventando ogni giorno più moderna ed efficace. In questo articolo proviamo a vedere i classici rimedi antifumo e a proporvene uno nuovo, che sembra particolarmente efficace.

Di rimedi per smettere di fumare ce ne sono diversi. In questa lista tentiamo innanzitutto di citare e di spiegare quelli per noi più autorevoli, soprattutto perchè consigliati da medici.

Centri Antifumo

Iniziamo con i centri antifumo, di cui colpevolmente si parla troppo poco. Su tutto il territorio italiano sono distribuiti circa 400 Centri antifumo che aiutano a smettere di fumare con vari strumenti. Tra questi abbiamo, per esempio, il counselling individuale, la terapia di gruppo, e la prescrizione di prodotti sostitutivi della nicotina o l’uso di farmaci che aiutano la disassuefazione.

L’accesso a uno di questi centri di solito prevede il pagamento di un ticket,k in genere non altissimo, e solo in alcuni casi è gratuito. Tutte le informazioni relative ai Centri antifumo si possono trovare sul sito dell’Osservatorio fumo alcol e droga (OssFAD) dell’Istituto superiore di sanità o possono essere richieste al numero verde contro il fumo (800 554 088) dello stesso Istituto, che fornisce anche una consulenza su tutte quelle che possono essere le problematiche legate al tabagismo.

Counselling

Molti studi dimostrano che il solo consiglio di smettere di fumare da parte del proprio medico riesce a convincere un certo numero di persone a seguirlo. Più spesso però i pazienti hanno bisogno di incontri con personale appositamente preparato a motivarli e sostenerli in questo lungo e difficile cammino. A volte i fumatori possono partecipare anche a gruppi di auto aiuto, scelti in base alle proprie caratteristiche o preferenze, e questi possono essere altrettanto efficaci.
In varie parti del mondo sono stati sperimentati diversi metodi di counselling a distanza, come per esempio attraverso il telefono, gli sms o le app degli smartphone, ma a oggi tutto resta in fase di sperimentazione non ci sono ancora prove scientificamente documentate dell’efficacia di questi metodi.

Trattamenti sostitutivi (cerotti, gomme da masticare e altri prodotti a base di nicotina)

Quando si cerca di smettere occorre in particolare fare i conti con la dipendenza psicologica verso il piacere e la gestualità previste dal rito del fumo, e soprattutto con i disturbi dovuti all’astinenza da nicotina, una sostanza che il corpo è ormai abituato ad assumere.

Uno dei metodi consigliati per smettere è quello di ridurre gradualmente l’introduzione di nicotina nell’organismo, attraverso dei prodotti sostitutivi con dosi a scalare. Recentemente l’efficacia di questo metodo è stata avvalorata dagli esperti del Cochrane, un gruppo di epidemiologi che ha studiato 150 studi controllati su 50.000 fumatori.

Qualunque sia la via di somministrazione (ricordiamo che possiamo avere cerotti da 16 o da 24 ore, gomme da masticare, compresse da succhiare o inalatori orali), tutti i prodotti sostitutivi controllano il disagio fisico provocato dalla mancanza della nicotina e aumentano del 50-70% le probabilità di successo di chi intende smettere di fumare. Si possono acquistare in farmacia senza ricetta medica, hanno il grande vantaggio di essere sicuri anche in gravidanza, ma devono essere utilizzati rispettando le dosi e i tempi indicati. Ad esempio, almeno per 2-3 mesi, vanno assunti con un dosaggio da ridurre generalmente di un terzo ogni mese.

Farmaci

In alcuni casi il medico, accanto al sostegno psicologico e all’aiuto comportamentale, che sono importanti ma da soli possono non bastare, può prescrivere antidepressivi o altri farmaci che aiutino a superare il momento più difficile del distacco dalla sigaretta.

I due medicinali specificamente approvati per questo e disponibili in Italia sono il bupropione e la vareniclina. I tempi di assunzione sono presto detti: vanno presi a partire rispettivamente da una o due settimane prima dell’ultima sigaretta e per almeno un paio di mesi dopo aver smesso.

Il bupropione è un antidepressivo che riduce i sintomi dell’astinenza da tabacco, mentre la vareniclina diminuisce il desiderio della sigaretta e ne attenua il piacere. Entrambi devono essere prescritti dal proprio medico di base, perchè sono medicinali che possono avere controindicazioni e provocare effetti collaterali. In Italia questi farmaci, così come i trattamenti sostitutivi a base di nicotina, pur essendo consigliati dagli esperti perchè è dimostrato che migliorano le probabilità di successo, non sono forniti gratuitamente dal Sistema sanitario nazionale, neppure per i fumatori con presenza di patologie croniche legate al fumo e quindi con più urgenza di smettere. Quindi il loro costo, spesso abbastanza alto, è purtroppo a carico del paziente.

Un altro farmaco antifumo recentemente entrato in commercio in Italia è la citisina, un prodotto galenico in capsule abbastanza simile nel meccanismo d’azione alla vareniclina e che richiede anch’esso una ricetta medica da portare in farmacia.

Il vantaggio però è che prevede una minore spesa per un trattamento completo.

Spray per smettere di fumare: Nicoin. Cos’è?

NICOIN

Nicoin è uno spray per smettere di fumare che è da poco arrivato sul mercato italiano. Questo spray è stato concepito in laboratori specializzati nella ricerca di prodotti contro il fumo, capaci di aiutare concretamente i fumatori a perdere questo vizio e a liberarsi dalla dipendenza da nicotina.

Nicoin, a differenza di altri rimedi contro il fumo come cerotti, compresse e altri spray, agisce efficacemente sulla dipendenza da nicotina aiutando il fisico a superarla. Bloccare i ricettori della nicotina, come fa appunto Nicoin, è infatti fondamentale se si desidera liberarsi da questo vizio, altrimenti risulta davvero molto difficile poiché il fisico continuerà a chiedere la nicotina da cui è dipendente. Sono davvero rari i casi di persone che sono riuscite a smettere di fumare senza l’aiuto di un prodotto specifico.

Nicoin aiuta a non sentire il bisogno di fumare, per questo è efficace e aiuta a superare un periodo difficile come quello della disintossicazione.

Inoltre agisce riducendo lo stress causato dall’abbandono delle sigarette e aiuta anche a non sentire quel senso di fame che porta la grande maggioranza dei fumatori a ingrassare nei primi mesi di disintossicazione.

Nicoin: come funziona

Grazie a Nicoin è possibile smettere di fumare in 21 giorni e la sua efficacia è provata da testi clinici. Vediamo i risultati di uno specifico test a cui hanno partecipato 300 soggetti. Secondo i riscontri raccolti, la maggior parte dei soggetti che si sono sottoposti ai test avevano in precedenza provato a smettere di fumare ma senza esserci riusciti. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi: ad uno è stato somministrato lo spray Nicoin, all’altro un normale placebo. Il 98% dei partecipanti che ha utilizzato lo spray Nicoin ha ridotto notevolmente il numero di sigarette fumate nei primi giorni di trattamento e nel complesso tutti i soggetti hanno notato un miglioramento delle condizioni fisiche generali. Dopo 3-4 settimane di utilizzo regolare dello spray, i soggetti hanno notato una scomparsa del desiderio della sigaretta.

Secondo i risultati delle analisi eseguite dopo i test, nell’organismo dei soggetti partecipanti che hanno utilizzato Nicoin, dopo 3 settimane dall’assunzione del prodotto non era più presente nicotina nell’organismo.

Per quanto invece riguarda il secondo gruppo, è riuscito a smettere di fumare solo il 15% dei partecipanti. La maggior parte di loro ha indossato cerotti alla nicotina per tutto il periodo. Secondo i risultati del test, l’80% dei soggetti ha ricominciato a fumare nel giro di due mesi. Nicoin funziona ed è adatto a soggetti di ogni età perché è composto da ingredienti naturali e da principi attivi biologici.

Smettere di fimare – I benefici di Nicoin:

Aiuta a smettere di fumare
Elimina il desiderio di nicotina
Pulisce l’organismo da veleni come catrame e nicotina
Evita di far accumulare peso
Tranquillizza i nervi e riduce lo stress

Nicoin: il parere di un esperto

Abbiamo chiesto ad un esperto cosa ne pensa di Nicoin e se è un prodotto efficace. Ecco cosa ci ha detto:
“Fumare è molto rischioso a causa dei gravissimi danni che questo vizio arreca all’organismo. Se si desidera smettere di fumare l’unico modo è riuscendo ad eliminare il desiderio di nicotina. Purtroppo per riuscire a non sentire più il bisogno di fumare bisogna agire a livello fisico bloccando i ricettori di nicotina cosa che non tutti i prodotti anti fumo riescono a fare. Nicoin funziona perché blocca il desiderio di fumare aiutando così i soggetti che desiderano smettere con questo brutto vizio. Una volta bloccato il desiderio non resta che avere forza di volontà e non cedere davanti ad una sigaretta. Consiglio Nicoin perché è facile da usare è ha effetto già dopo i primi giorni.”

Nicoin: come si usa

Utilizzare Nicoin è semplicissimo, basta seguire queste indicazioni: spruzzare 1 o 2 volte nella cavità orale quando si sente il bisogno di fumare o quando per abitudine si usava fumare, come per esempio dopo aver bevuto il caffè. Provare inizialmente con uno spruzzo, se questo non dovesse essere sufficiente a calmare la voglia di fumare, procedere con il secondo spruzzo. La maggior parte dei fumatori in genere necessita di 1 o 2 spruzzi ogni 40/60 minuti. Si consiglia di non superare la dose massima di 1-2 spruzzi alla volta.
Si consiglia inoltre di ridurre gradualmente il numero di spruzzi fino a smettere di utilizzare il prodotto quando il desiderio di fumo sarà completamente eliminato.
Nicoin non presenta controindicazioni o effetti collaterali indesiderati, ma non deve essere utilizzato dai minori di 18 anni e dalle donne in gravidanza o in fase di allattamento.

Nicoin: dove si compra

Il prodotto è disponibile solo sul sito ufficiale del produttore. Per acquistare Nicoin è sufficiente recarsi sul sito, compilare l’apposito modulo d’ordine che trovate anche qui sotto. Dopo aver effettuato l’ordine riceverete il prodotto comodamente a casa. Potrete pagare al momento della consegna così da non dover utilizzare la carta di credito online.

NICOIN

Smettere di fumare: Nikodent Dentifricio naturale

Tra i rimedi più indicati per cercare di attenuare e, con il tempo, a cancellare la dipendenza da nicotina possiamo annoverare anche il dentifricio di Osmos. Si tratta sostanzialmente di un dentifricio al fluoro che ha come obiettivo principale quello di contrastare l’odore del tabacco, grazie alla sua combinazione di oli essenziali, rendendolo poco piacevole. Poco alla volta, i fumatori inizieranno a diminuire l’uso di sigarette fino a smettere totalmente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

fumo
Salute

Come rimuovere l’odore del fumo dai capelli

di Notizie

Il fumo danneggia la saluta sia dei fumatori sia di chi sta a contatto con loro. Inoltre i capelli dei fumatori sono più fragili e spenti rispetto a quelli dei non fumatori e l’odore sgradevole del fumo sui capelli è fastidioso. Con alcuni piccoli accorgimenti è però possibile rimuoverlo.

Modestino Picariello 761 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+