Stormfall il war game che impazza su facebook COMMENTA  

Stormfall il war game che impazza su facebook COMMENTA  

Avete mai sentito parlare di Lord Oberon, del suo regno in pericolo e dei signori coi loro castelli che lo aiutano a riconquistare il potere?

Una sorta di Risiko versione fantasy. Dove accumuli risorse portano a termine le missioni, difendendo i castelli dei nemici assediati e inviando spie ai nemici rima di attaccarli con orchi, draghi, viverne e picchieri. Un’ambientazione medievale made in England veramente ben costruita, dalla voce di Lord Oberon che ti accompagna nelle prime fasi alla scoperta del regno, ai disegni dei componenti del’esercito e delle schede che spiegano funzioni e poteri di ogni membro dell’esercito, fino alla mappa dell’intero regno, con latitudine e longitudine segnate con una precisione estrema . Via via che si sale di livello, oltre ai premi per aver portato a termine missioni come difendere le torri magiche o i castelli assediati o spodestano i signori che tengono in mano le cave degli orchi, la landa in torno al castello assume sempre di più l’aspetto di una medievale città fatata. Sono presenti le case, le fattorie, le armerie, le miniere di oro e metallo, i granai e i magazzini per i prosciutti di cinghiali, che vivono liberi nelle lande intorno ai castelli e vengono acciuffati dagli scopritori di risorse perdute, così come i ladri di oro e gli scudi tolti ai guerrieri caduti in battaglia. Più sali di livello e più poi rimpinguare l’esercito con maghi, nani, spettri, arcieri e demoni sempre più potenti e difficili da spodestare dai nemici che assaltano il tuo castello.


Dopo averci giocato un po’ rimani come stregato dall’ambientazione e dalla certosina cura dei particolari. In un mondo fatato di transazioni al mercato, al mercato nero e di alleanze portate avanti a suon di oro, metallo, prosciutti e zaffiri, ti accorgi di non poterne più fare a meno.


Ma il fenomeno che a mio avviso sta facendo riscuotere successo a Stormfall e ai suoi creatori è quello delle congreghe. Una volta raggiunto un determinato livello, puoi creare delle alleanze durature con dei gruppi scelti, fatti id membri valorosi. Con un capo e dei sottoposti che si adoperano insieme per arrivare in cima alla classifica mondiale generale di Stormfall. Si da’ vita a gruppi do conversazione per chiedere cibo per le truppe e rinforzi per la difesa del proprio castello o ci si confronta per creare la strategia più adeguata per mettere in piedi in poco tempo il raid offensivo più aggressivo che si sia mai visto.


Si parte chattando, nella lingua più o meno comprensibile a tutti, l’inglese, per questi motivi e si arriva a conoscersi, a chiedersi chi si trova di fronte al monitor all’altro capo del polo o del mondo.

L'articolo prosegue subito dopo

Non ci si incontra,ma ci si ritrova a parlare di sé, come non si è mai fatto con persone vere dal vivo. Ecco il vero potere di Stormfall, aggregativo anche se virtuale.

Leggi anche

About Paola Pinto 33 Articoli
Ho trent'anni, adoro il rosso, dipingere, parlare e raccontare storie, spiegare le cose ai più piccoli e a tutte le persone curiose di apprendere. sono psicologa, psicoterapeuta in formazione e dottoranda in scienze dell'educazione. Lavoro con bambini e adolescenti, soprattutto con quelli che hanno problemi a scuola per difficoltà e disturbi dell'apprendimento e problemi a socializzare con i coetanei. se vuoi saperne di più, sul mio lavoro e sui miei articoli contattami: paolapinto6@gmail.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*