Terremoto in Garfagnana, paura e notte all’aperto

Cronaca

Terremoto in Garfagnana, paura e notte all’aperto

Notte di paura in Garfagnana per la popolazione colpita dal sisma di magnitudo 5.2 di ieri. Dopo la forte scossa registrata alle 12.33 infatti, ne sono seguite molte altre di magnitudo inferiore ma chiaramente avvertite dalla popolazione. Nei comuni di Fivizzano e Casola in Lunigiana, in provincia di Massa Carrara e Minucciano, in provincia di Lucca, diversi cittadini hanno trascorso la notte fuori casa. La protezione civile ha allestito scuole e palestre per la notte, per ospitare famiglie, bambini e anziani. Molti hanno invece scelto l’automobile al posto delle loro abitazioni.

Durante la notte lo sciame sismico non si è fermato, con circa una decina di scosse di magnitudo compresa tra 2 e 3.4 (registrata alle 3.30 della notte e avvertita dalla popolazione). Lo sciame sismico non ha causato alcun danno a cose o persone ma solo tanta paura. La Protezione Civile lavora per mettere a punto il piano operativo di interventi: bisognerà infatti verificare tutte le case lesionate, per capire quali siano accessibili e quali no.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche