Caso di tetano a Torino, bambina di 7 anni esce dalla rianimazione
Caso di tetano a Torino, bambina di 7 anni esce dalla rianimazione
Torino

Caso di tetano a Torino, bambina di 7 anni esce dalla rianimazione

torino tetano

Tetano a Torino: è salva la bambina ricoverata a inizio ottobre a causa di un’infezione da tetano. Uscita dalla Rianimazione ora si trova in Pediatria.

Il caso di tetano a Torino si è risolto nel migliore dei modi, la bambina di 7 anni era stata ricoverata all’ospedale Regina Margherita di Torino per un’infezione da tetano. La bambina, dopo trenta giorni di Rianimazione, è stata trasferita prima in un reparto di degenza ed infine nel reparto di Pediatria d’urgenza. Ora è salva e i medici sono molto speranzosi sulle sue condizioni.

Tetano a Torino

L’infezione da tetano è una malattia infettiva molto grave, la mortalità da tetano a livello mondiale, infatti, è molto alta: si stima che il 50%di coloro che vengono colpiti da questa patologia va incontro ad un esito fatale.

Disponibile dagli anni ’20 del secolo scorso, la vaccinazione antitetanica rientra in quelle vaccinazioni obbligatorie per tutti i nuovi nati. Tale vaccinazione garantisce, infatti, una protezione pressochè totale, ma per mantenere l’efficacia va comunque ripetuta circa ogni dieci anni.

In Italia, grazie alla pratica diffusa della vaccinazione antitetanica nell’infanzia, i casi di tetano sono drasticamente calati (negli anni ’60 si registravano circa 700 casi all’anno; attualmente se ne registrano poco più di un decimo).

Nonostante questi dati e l’importanza che questo vaccino ha, in Italia ci sono numerosi casi di contrazione del tetano e, nella maggior parte dei casi, chi lo contre muore.

Secondo una stima recante, sono circa 60 i casi di tetano ogni anno in Italia, con 20/40 morti.

Il dato arriva dall’Istituto superiore di sanità, che nei giorni scorsi aveva realizzato un’analisi dell’impatto epidemiologico delle patologie per le quali il recente decreto ha reso obbligatorie le vaccinazioni. “Si tratta di una malattia grave, ad alta letalità, molto rara fra i bambini. Basti pensare che dal 2001 al 2010 nel nostro Paese si sono registrati solo due casi fra ‘under 14”.

I casi di tetano nei bambini sono molto rari perchè, generalmente, essi sono sottoposti al vaccino. Infatti l’80% dei casi si verifica in persone al di sopra dei 64 anni e per lo più donne.

Nonostante questa rarità, è famoso il caso di tetano in una bambina di 7 anni residente a Torino. I genitori non avevano provveduto a farle i vaccino e questa si era ammalata ad inizio ottobre.

Ora sta meglio e i medici sono speranzosi sulle sue condizioni di salute.

Caso di tetano a Torino

La bambina di Torino di 7 anni era stata ricoverata lo scorso 8 ottobre in seguito a sintomi da infezione di tetano. Successivi esami avevano accertato che la bambina non era stata vaccinata, come, invece, prevede la legge del 1963.

Secondo quanto reso noto dai vertici dell’ospedale Regina Margherita di Torino, la bambina è stata trasferita dal reparto Rianimazione a quello di degenza. La prognosi, quindi, è stata sciolta e la bambina continua a migliorare. Ad accorgersi del malessere della bimba sono stati i genitori. La piccola mostrava i classici segni da infezione da tetano: convulsioni e spasmi.

Il padre, accusato insieme alla moglie di non aver avuto a cuore la salute della figlia, risponde dicendo che lui e la moglie hanno deciso di non vaccinare la figlia sette anni fa, quando è nata, perchè spaventati dagli effetti collaterali di questo vaccino.

“Credo nella scienza. Non appena mia figlia è stata male l’abbiamo portata in ospedale”, conclude il padre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche