Un blogger guadagna scrivendo notizie false su Donald Trump

Attualità

Un blogger guadagna scrivendo notizie false su Donald Trump

Donald Trump
Un blogger guadagna scrivendo notizie false su Donald Trump

Alexander Portelli è un ragazzo statunitense che si guadagna da vivere scrivendo notizie false sul suo blog dedicato a Donald Trump.

Alexander Portelli è un blogger che ha trasformato in realtà il sogno di moti suoi colleghi ricevere milioni di visite, ma la cosa più bella (o brutta, dipende dai punti di vista) è che riporta notizie false.

Alexander Portelli – riporta El Pais – si guadagna da vivere restandosene comodamente nella sua casa di Aurora, Denver (Colorado). Non ha neanche una scrivania, poggia il suo portatile sul tavolo da cucina. Ha aperto due siti: uno si chiama  prntly.com e l’altro marshallreport.com.

Il primo è dedicato al sostegno di Donald Trump, il secondo a quello del democratico Bernie Sanders. Ogni mese le due pagine fanno registrare un traffico compreso tra 1,5 e 2 milioni di visitatori unici.

Ma è il sito dedicato a Donald Trump che sta regalando maggiori soddisfazioni ad Alexander Portelli, fatto di annunci e immagini modificate con Photoshop e titoli come “Hilary morirà presto” oppure “Trump in testa ai sondaggi”.

In pratica – spiega il blogger – prendo una notizia esistente e la trasformo in modo che posa sembrare abbia a che fare con Donald Trump.

L’account Twitter di Trump, più volte, ha twittato notizie provenienti dal blog di Portelli che divertito commenta:

Altri media hanno ripreso le notizie.

Il giovane non nega che vorrebbe dare un’impronta più professionale al suo blog ma sottolinea che il suo sito funziona bene così.

L’uomo dice di guadagnare abbastanza con il suo blog, anche se non dice esattamente quanto e a chi lo accusa di scrivere notizie false, ribatte asserendo che non è esatto:

Sono semplicemente delle notizie distorte, come fanno tutti i media.

L’uomo, che ha tentato anche la carriera politica candidandosi come sindaco di Albany (sua città natale, ma risultato ineleggibile), ha detto che non voterà per Trump, bensì per il Liberal, Gary Johnson.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...