Zombie Cookie: come riconoscerli

Tecnologia

Zombie Cookie: come riconoscerli

Zombie Cookie: come riconoscerli
Zombie Cookie: come riconoscerli

Cosa sono gli zombie cookie? Una piccola guida per conoscere una minaccia sottaciuta del web, conosciutissima in America ma molto meno da noi

Le aziende che offrono beni e servizi online cercano di conoscere le abitudini dei loro utenti. Spesso il modo in cui lo fanno è con i cookie, tra cui si infilano i zombie cookie: si tratta di piccoli programmi che restano nel browser che ha visitato determinati siti e sono usati per seguire le visite dell’utente.

Non tutti gli utenti però vogliono che la loro navigazione venga registrata. E usano giustamente i controlli del browser per cancellare i cookies.

Ma ci sono dei cookies che non si cancellano, e che sono stati scoperti attraverso una serie di cause legali che, negli Stati Uniti, ha fatto conoscere una pratica usata da alcune delle più importanti aziende online. Alcune indagini hanno riportato elenchi lunghissimi di aziende che spiano gli utenti contro la loro volontà.

Il modo in cui lo fanno è proprio attraverso gli zombie cookie.

Il programma Adobe Flash Player può infatti essere utilizzato per rigenerare (proprio come fossero zombie) i cookies che gli utenti hanno cancellato e ricreandone di più resistenti. I programmi accusati di creare questi cookie sono realizzati da Quantcast e Clearspring Technologies. Per fortuna qualcosa ha iniziato a muoversi e alcune case di software propongono gratuitamente dei programmi che uccidono i cookie zombie. Ad esempio Better Privacy è un plug-in per Firefox, mentre Abine funziona anche su Explorer.

Come riconoscere gli zombie cookie? Basta cercare nel proprio computer, dopo aver tolto i normali cookie, le seguenti cartelle, e vedere quali file ci sono

Standard HTTP cookies
Storing cookies in and reading out web history
Storing cookies in HTTP ETags
Internet Explorer userData storage (funzione presente fino a IE9)
HTML5 Session Storage
HTML5 Local Storage
HTML5 Global Storage
HTML5 Database Storage via SQLite
Local shared objects (Flash cookies)
Silverlight Isolated Storage

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 753 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+