"Abusato da cantante famoso", la vita di Matteo dopo Le Iene
“Abusato da cantante famoso”, la vita di Matteo dopo Le Iene
Cronaca

“Abusato da cantante famoso”, la vita di Matteo dopo Le Iene

Stuprato da cantante famoso

Intervista esclusiva al giovane cagliaritano: "Mi sono sentito abbandonato".

Dopo lo scandalo Weinstein, che ha generato un effetto domino di denunce di abusi sessuali nel mondo dello spettacolo, sembra essere arrivato il momento di portare alla luce, doverosamente, il cambiamento a cui è stata sottoposta la vita di chi ha deciso apertamente di metterci la faccia. La storia che vogliamo raccontare è quella legata all’esistenza di Matteo, un giovane ragazzo sardo, protagonista di un servizio del programma “Le Iene“.

Matteo abusato da cantante famoso

Il trentasettenne racconta di aver subito uno stupro quando ancora era minorenne, mentre lavorava come cameriere in un albergo lontano da casa. Le dinamiche della violenza narrata da Matteo sono state sottoposte anche al parere di un noto criminologo: è di primaria importanza, in questi casi, analizzare la deposizione di chi racconta di aver subito una violenza per comprendere se ci sia effettivamente un fondo di verità. Ma come è cambiata la vita del giovane dopo la sua apparizione in televisione? Matteo ha parlato ai nostri microfoni svelando i retroscena dell’effetto mediatico subito in questi mesi sulla sua pelle.

La vita di Matteo dopo le Iene

Quello che ci racconta Matteo nell’intervista è davvero toccante: “La mia vita è cambiata radicalmente, dopo l’intervista sono stato licenziato.

Stavo lavorando, ora non più perché quelli per cui lavoravo volevano evitare determinate situazioni“.

Il giovane ci conferma che ha vissuto l’inferno: “Per settimane ho avuto giornalisti alla porta di casa, appostamenti e inseguimenti. Ero arrabbiato, non volevo parlare con nessuno…assolutamente. Ci sono stati altri giornalisti che mi hanno chiamato, ho dovuto registrare le telefonate perchè alcuni hanno scritto cose che non condividevo sui giornali per cui lavoravano“.

intervista matteo

L’intervista a Matteo

A questo punto ci siamo chiesti perché Matteo, dopo la persecuzione subita dai media, avesse voluto parlare solo con noi: “Un’intervista così aperta come la sto facendo con te, non l’ho fatta con nessuno. Ti sto dando delle risposte… è strano, ma mi sembri una persona corretta, mi hai ispirato fiducia… quindi ti rispondo a quello che è successo e a come sono gli eventi“.

La verità di Matteo

Noi non sappiamo se l’accusa mossa da Matteo sia fondata o meno, e non possiamo verificarla. Quello che ci ha rivelato e il modo in cui ci presenta la sua storia sembrano però spontanei. Il ragazzo poi, ci confessa che era totalmente all’oscuro dell’esistenza della testimonianza del criminologo, ma si ritiene contento perchè, secondo lui, ha avvalorato la sua tesi: “Lui è uno abbastanza noto nel settore… io non ne sapevo niente. Mettiti nei loro panni (quelli delle Iene), tu devi comunque sia scoprire in un modo o nell’altro se quello che dice la persona intervistata è vero. Vuoi mettere in dubbio un criminologo della sua altezza? Non lo metti in dubbio!“.

Ma nonostante queste parole, ci siamo riservati il diritto di chiedere ancora una volta a Matteo se la sua storia fosse vera: “Non ci avrei messo la faccia, la mia vita è cambiata dopo quell’intervista, mi hanno licenziato. Vivo in una realtà che comunque è Cagliari, non è Milano, non è Roma. Qui a Cagliari non si fa altro che parlare del fr**** che è andato alle Iene“. Matteo ci dice che non esce di casa da mesi e che inesorabilmente si è sentito abbandonato: completamente solo, senza un appoggio legale e cyberbullizzato da alcuni suoi conterranei che, a quanto dice l’intervistato, hanno creato chat per deriderlo e insultarlo.

Il caso di abuso

Durante il colloquio con Matteo cerchiamo di capire perché lui sia fermamente convinto che il modo di agire del cantante stupratore fosse, secondo lui, una consuetudine. La sua risposta è agghiacciante: “Ho avuto conferme… solo per questo. Dopo il servizio mi hanno chiamato due volti noti dello spettacolo, due italiani all’estero che vivono di teatro“.

L’inchiesta

Notizie.it ha inoltre condotto un reportage per documentare la ricostruzione del racconto di Matteo e per aggiungere nuovi retroscena: un viaggio d’indagine alla ricerca di conferme o smentite attraverso i dettagli e i luoghi teatro della storia narrata dal giovane ragazzo cagliaritano.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesco Leone
Francesco Leone 117 Articoli
Francesco Leone, classe '94, cresciuto a pane, pallone e politica. Leccese in terra meneghina, braccia strappate alla cronaca sportiva e donate al reporting nudo e crudo, anche se spesso e volentieri ritorna alle origini. Ha fatto l'autore, il cronista, il reporter e lo stagista per una televisione nazionale, ora scrive e lavora a inchieste e reportage. Veni, vidi, dixi.