×

La foto di Di Maio al mare mentre i talebani conquistano l’Afghanistan fa discutere

Il ministro Di Maio al mare mentre i talebani conquistano Kabul: l'indignazione dilaga sui social

di maio

Mentre i talebani conquistano Kabul e gli occhi del mondo sono puntati sull’Afghanistan, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio starebbe affrontando argomenti decisamente più “leggeri”.

Afghanistan, la foto di Di Maio al mare

Una chiaccherata in riva al mare, in compagnia di alcuni amici, per raccontare come si sta passando il weekend di ferragosto.

Tutto normale, se non fosse che il protagonista di questo siparietto estivo raccontato dal Quotidiano di Puglia è il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. In compagnia del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e dell’ex ministro per gli Affari regionali e le autonomie durante l’era di Conte Francesco Boccia, il ministro, durante il giorno di ferragosto, pare aver amabilmente chiaccherato in riva al mare, mentre il mondo intero seguiva con preoccupazione le ultime vicende in Afghanistan.

Mentre i talebani conquistano l’Afghanistan Di Maio è al mare

Lo scatto, che ha fatto il giro del web in pochi minuti, proviene dalle turchesi acque salentine, e più precisamente da Porto Cesareo, località turistica nel cuore del Salento. L’indignazione è arrivata da parte di molti politici e utenti del web, che si aspettavano una reazione diversa del ministro degli Esteri con tutto ciò che sta accadendo in Afghansitan.

Un brainstorm sull’Afghanistan in spiaggia, 3 cervelli che il mondo ci invidia…#DiMaio #Emiliano e #Boccia Santo Draghi!!“, è stato il commento di un utente dei social network. C’è anche chi è stato più duro nel commentare le vacanze del ministro: “Del Ministro degli Esteri italiano si sa nulla? Ancora con ciambella e paperetta mentre atterrano i Boeing carichi di chi è riuscito a salvarsi?“.

Afghanistan, l’indignazione per la foto di Di Maio

I commenti alla foto di Di Maio sono arrivati anche da politici e giornalisti, come Massimiliano Scagliarini, che ha scritto: “E dunque il ministro degli Esteri Luigi Di Mario sta seguendo l’invasione dell’Afghanistan, la più importante crisi internazionale del decennio, dalla spiaggia di Porto Cesareo. Poi uno si chiede perché l’Italia non viene presa sul serio“. Nicola Danti non si è risparmiato: “Devo essere sincero. Non è che mi sentissi proprio in una botte di ferro con Di Maio a gestire questo momento di crisi. Ora che so che è in spiaggia con Emiliano e Boccia mi sento meglio. Vuol dire che se ne sta occupando Draghi“. Commenti simili anche da Carlo Calenda, candidato sindaco a Roma: “Ma meno male che questo trust di cervelli è al mare nell’impossibilità di fare danni. Sono i benefici del Ferragosto. Lasciamo le cose come stanno“.

Contents.media
Ultima ora