×

Aifa, vaccinazione eterologa per over 60 in caso di trombosi gravi dopo vaccino AstraZeneca

L'Agenzia italiana del farmaco precisa le circostanze in cui è possibile procedere con la vaccinazione eterologa anche nei pazienti con più di 60 anni.

vaccinazione eterologa over 60

A lungo ha fatto discutere la soluzione individuata in seguito ai casi di trombosi registrati dopo il vaccino AstraZeneca, ma l’Oms assicura che la vaccinazione eterologa è più efficace della doppia dose di AZ: ora l’Aifa conferma la possibilità di somministrarla anche agli over 60 in caso di trombosi gravi dopo AstraZeneca.

Aifa, possibile la vaccinazione eterologa agli over 60 in caso di trombosi

Non sono mancate le polemiche nei confronti del vaccino AstraZeneca, che ha alimentato paura e scetticismo tra i cittadini in seguito ai casi di trombosi avvenuti dopo la vaccinazione. Così si è passati alla vaccinazione eterologa per gli under 60 che avessero già ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca ed è stata vietata la sua somministrazione tra le persone con età inferiore ai 60 anni.

Tuttavia, l’Aifa precisa che il mix di vaccini è valido e possibile anche per gli over 60. 

La soluzione è da preferire in caso di trombosi grave registrata in seguito al vaccino AstraZeneca. Nel caso in cui persone over 60 abbiano avuto reazioni avverse gravi a carico della sfera coagulativa con la prima dose del vaccino AZ, è possibile procedere con la vaccinazione eterologa.

Possibile vaccinazione eterologa agli over 60 in caso di trombosi, l’annuncio di Aifa

Acquisito il parere del Cts, l’Aifa precisa quando è possibile somministrare il mix di vaccini tra persone con più di 60 anni.

“Non è possibile fornire raccomandazioni generali a fronte dell’eterogeneità delle casistiche che necessitano di specifica valutazione clinica. Tuttavia, analogamente a quanto già deciso per i soggetti di età inferiore ai 60 anni, applicando il principio di massima precauzione, l’Agenzia specifica che, nei soggetti che abbiano presentato reazioni avverse gravi di tipo trombotico o comunque a carico della sfera coagulativa dopo la somministrazione di Vaxzevria, si può procedere al richiamo con un vaccino a mRna“, dichiara l’Agenzia italiana del farmaco.

Vaccinazione eterologa agli over 60 in caso di trombosi, per altre reazioni avverse non è possibile dare indicazioni generali

Qualora in seguito al vaccino AstraZeneca si verificassero altri tipi di reazioni avverse “si ritiene che, in assenza di dati derivanti da studi ad hoc, non sia possibile esprimere raccomandazioni di carattere generale, sottolinea l’Aifa.

Per fornire indicazioni precise in merito ad altre casistiche di reazioni avverse sono necessari “esami delle specifiche” reazioni. Tali raccomandazioni, inoltre, devono basarsi sulla “valutazione clinica dei singoli casi”, spiega l’Agenzia italiana del farmaco.

Contents.media
Ultima ora