×

Anche Olga Smirnova, prima ballerina russa, lascia il Bolshoi per protesta

Olga Smirnova lascia il Bolshoi per protesta e per vergogna: "Fa male che le persone muoiano e vedere che le persone perdano il tetto sulla loro testa"

Olga Smirnova

Anche Olga Smirnova, prima ballerina russa ed étoile di fama planetaria, lascia il teatro Bolshoi di Mosca per protesta. Dopo il direttore d’orchestra Tugan Sokhiev e il danzatore italiano Jacopo Tissi, anch’esso primo ballerino solo da pochi mesi, continua l’esodo di chi disapprova la guerra della Russia contro l’Ucraina.

La decisione della Smirnova è ancora più clamorosa perché la stella in questione è russa ed ha un nonno ucraino

Olga Smirnova lascia il Bolshoi di Mosca

Smirnova ha salutato la Russia e lasciato vacante quel posto ma, come confermato dalla Bbc, proseguirà l’attività nel suo lavoro con il Dutch National Ballet olandese. Ecco le sue parole che avevano già fatto presagire la decisione rpesa in queste ore: “Non avrei mai pensato che mi sarei vergognata della Russia, sono sempre stato orgogliosa dei talenti dei russi, dei nostri successi culturali e atletici”. 

“Non si può rimanere indifferenti a questa catastrofe”

E ancora: “Tuttavia ora sento che è stata tracciata una linea che separa il prima e il dopo. Fa male che le persone muoiano, che le persone perdano il tetto sulla testa o siano costrette ad abbandonare le loro case”. Poi in chiosa quasi incredula: “Chi avrebbe pensato qualche settimana fa che tutto questo sarebbe accaduto? Forse non siamo nell’epicentro del conflitto militare, ma non possiamo rimanere indifferenti di fronte a questa catastrofe globale”. 

Contents.media
Ultima ora