×

Assegno figli, perchè molti non lo riceveranno. L’errore segnalato dall’Inps

Dal primo gennaio 2022 è possibile richiedere online l’Assegno unico e universale per i figli, ma in alcuni casi l'Inps non potrà erogare i soldi

assegno figli

Dal primo gennaio 2022 è possibile presentare la domanda online per l’Assegno unico e universale per i figli, ma in alcuni casi l’Inps non potrà erogare i soldi.

Assegno unico per i figli 2022: a chi spetta

Come sappiamo, dal primo gennaio 2022 è possibile richiedere, presentando domanda online tramite il portale dell’Inps, l’Assegno unico e universale per i figli.

L’Assegno unico è un sostegno economico alle famiglie con figli a carico fino alla maggiore età e in alcuni casi fino al compimento dei 21 anni. Per poter fare domanda bisogna soddisfare dei prerequisiti: avere cittadinanza, residenza o soggiorno in Italia.

L’errore segnalato dall’Inps che blocca l’erogazione

A chi non rispetta le condizioni sopra esposte sarà ovviamente negato il beneficio, ma i soldi non potranno arrivare anche a qualcun’altro.

L’Inps ha infatti segnalato che per avere i soldi è necessario che il titolare del conto corrente identificato dal codice IBAN specificato nella domanda sia anche il beneficiario dell’Assegno unico. Chi ha commesso un errore nella pubblicazione della domanda non potrà quindi ricevere l’assegno.

In caso di errori è possibile rifare la domanda?

Molti richiedenti dell’Assegno unico si sono posti questo interrogativo ed è sempre l’Inps a fornire la risposta.

Se ci si accorge di aver commesso un errore nella compilazione della domanda è possibile cliccare su “Rinuncia”, facendo attenzione a scegliere come motivazione “errore di compilazione” e non “rinuncia alla prestazione”. In questo modo è possibile poi inserire una nuova domanda corretta.

Contents.media
Ultima ora