×

Bambini cadono dal tetto della ghiacciaia, due morti e due sono feriti

Bambini cadono dal tetto della ghiacciaia, due morti e due feriti. Stavano giocando sulla sommità del vecchio edificio quando la struttura ha ceduto

Inutili i soccorsi per le due piccole vittime

Tragedia in montagna nel pomeriggio di oggi, 3 luglio, con alcuni bambini che cadono dal tetto di una ghiacciaia, tragico il bilancio: due morti e due feriti. È accaduto tutto intorno alle 15.30 del pomeriggio lungo la provinciale numero 12 nel Veronese, all’altezza del comune di Sant’Anna d’Alfaedo.

Luogo esatto della tragedia i pianori in quota nei pressi della località Malga Preta, dove in pochi muniti sono dovuti accorrere in grane fretta i carabinieri, il Suem e alcune unità dei Vigili del fuoco, oltre ai mezzi del 118 fra cui un elicottero. 

Bambini cadono dal tetto della ghiacciaia, due morti a Malga di Sotto

Secondo le prime indicazioni che trapelano dai media locali l’incidente montano sarebbe avvenuto in località “Malga di Sotto”, questo perché in realtà la zona è caratterizzata da due spot, uno superiore ed uno, quello appunto dove è avvenuto il dramma, inferiore.

Ma cosa è accaduto di preciso? Pare che quattro bambini, di età compresa fra i 9 e gli 11 anni, stessero giocando sul tetto di un vecchio edificio, una ghiacciaia, quando lo stesso ha ceduto, facendo precipitare il gruppo per alcuni metri giù lungo un dirupo scosceso. 

Bambini cadono dal tetto di una vecchia ghiacciaia, due morti investiti dalle lastre

Lungo quel declivio però hanno preso velocità anche alcune lastre di ghiaccio e i detriti del tetto sfaldato che hanno centrato in pieno il gruppetto caduto.

Purtroppo per due dei quattro bimbi non c’è stato scampo alcuno, sono morti a seguito delle ferite inferte dall’urto con gli spuntoni di ghiaccio, mentre gli altri due piccoli amici sono stati soccorsi e trasportati immediatamente in codice giallo all’ospedale Borgo Trento di Verona dove le loro condizioni sono accuratamente monitorate. La zona delle due Malghe di Preta è abbastanza insidiosa, quella superiore è a quota 1.527 metri, mentre l’altra, nei pressi del Corno d’Aquilio, si trova attestata a quota leggermene inferiore, quindi più a portata di eventi come un disgelo o l’indebolimento delle calotte di ghiaccio sovrapposte alle strutture antropizzate.

Bambini precipitano dal tetto della ghiacciaia, due morti malgrado i soccorsi

Gli uomini del Soccorso alpino e speleologico del Veneto assieme ai militari dell’Arma ed agli uomini del 115 hanno tentato l’impossibile, a partire dalle 16.00, quando è stato lanciato l’allarme, per salvare tutti e quattro i bambini, purtroppo per due di essi, invano. Da vittime indirette degli incidenti in montagna, dove spesso a perdere la vita sono i genitori, in questo pomeriggio di tragedia i bambini si sono trasformati in vittime dirette delle insidie delle alte quote. Sul tragico episodio sono state aperte accurate indagini e verifiche da parte degli organi deputati per l’accertamento di eventuali responsabilità terze.

Contents.media
Ultima ora