×

Bambini scomparsi in Italia, da Denise Pipitone a Sergio Isidori: quali sono i casi più noti

I minori scomparsi nel nostro Paese sono stati 7.672 solo nel 2020: resta preoccupante il numero di bambini dei quali si perdono le tracce in Italia.

denise pipitone
denise

Dopo la notizia del bimbo di due anni del quale si sono perse le tracce a Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze, si riaccende il dibattito sui bambini scomparsi in Italia. Il numero purtroppo resta alto e allarmante. Nel 2020 sono scomparsi 21 minori al giorno, con una media di quasi uno ogni ora.

Purtroppo poco meno della metà sono stati ritrovati, ma all’appello ne mancano sempre troppi. Silvana Riccio, commissario straordinario del governo per le persone scomparse, ha dichiarato: “Nel 2020 i minori scomparsi nel nostro Paese sono stati 7.672”. Ma quali sono i casi più noti di bambini scomparsi in Italia?

Dai casi che hanno fatto il giro del mondo a quelli rimasti circoscritti alla cronaca locale. Sono i minori scomparsi in Italia e inseriti nel sito Globalmissingkids.org dell’International Centre for Missing & Exploited Children (Icmec).

La parte del nostro Paese è curata dalla direzione centrale anticrimine della polizia di Stato. Un archivio con foto di bambini o adolescenti scomparsi da tempo. Alcuni di loro avrebbero più di 50 anni. Si contano ventidue nomi italiani su 6.341 schede che riguardano quattro continenti. Il sito dell’Icmec attesta casi di bambini e adolescenti scomparsi dal cortile di casa o dalle comunità (fenomeno molto legato agli stranieri, ma non solo).

Si tratta di un elenco di misteri e gialli mai risolti.

Bambini scomparsi in Italia: il caso di Denise Pipitone

Tra i casi più noti c’è sicuramente la triste vicenda di Denise Pipitone, bambina scomparsa dalla Sicilia e che oggi avrebbe 21 anni. La vicenda di una ragazza russa ha riportato una grande attenzione mediatica sul caso e le indagini sono state riaperte.

Al momento della sparizione della piccola Denise, le indagini e i sospetti si erano concentrati attorno all’ex moglie del padre della bambina e alla sorellastra Jessica.

Negli anni, e soprattutto nelle ultime settimane, si sono susseguite segnalazioni di possibili avvistamenti della bambina: Denise si cerca viva, i genitori Piera Maggio e Piero Pulizzi sperano presto di riabbracciarla. Proseguono le indagini, le dure lotte della famiglia per far tornare Denise a casa, ma per il momento di lei non ci sono tracce.

Bambini scomparsi in Italia: gli altri casi più noti

Il 30 marzo 2021 due sorelle di 12 e 16 anni sono scomparse da una comunità di Termoli, in Molise. Pochi giorni dopo, il 2 maggio, un tredicenne siriano si è allontanato da una comunità di Brindisi e non è più tornato.

Tra i casi storici c’è quello di Sergio Isidori, che oggi avrebbe 47 anni ma al momento della sua sparizione era un bambino di 6 anni. Sparì da Villa Potenza, nel Maceratese, il 23 aprile 1979. Era figlio di un elettrauto, la erre moscia è un suo segno particolare. Anche lui, come Denise, era uscito di casa per giocare poco distante insieme ad altri bambini. Dopo la morte del papà, nell’aprile 2019, è stata presentata la richiesta di morte presunta, già pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Gli avvocati Marzia Melletti e Luca Sartini hanno firmato il documento. Si tratta di “un atto dovuto per risolvere problemi burocratici, non certo per metterci un pietra sopra”.

In molti ricorderanno anche la scomparsa di Mariano Farina e Salvatore Colletta, che avevano 12 e 15 anni. Il 31 marzo 1992 a Casteldaccia (Palermo) si allontanarono dalle loro case, dove non fecero mai più ritorno.

Tuttavia, nel sito i casi di minori scomparsi in Italia sono solo 22. A tal proposito, la direzione centrale anticrimine della polizia ha spiegato: “Vengono pubblicati quelli ai quali gli uffici sul territorio ritengono sia opportuno dare un impatto mediatico. Quelli per cui si valuta necessario avere pubblicità. Ma non pubblichiamo mai se non c’è un’autorizzazione del genitore o di chi esercita l’autorità parentale e se non c’è richiesta dell’autorità giudiziaria”.

Bambini scomparsi in Italia: gli ultimi dati

“Nel 2020 i minori scomparsi nel nostro Paese sono stati 7.672, dei quali 5.511 stranieri, il 71,8%. Quelli ritrovati sono stati 3.332, il 43,3%: dati che, letti nella prospettiva corretta, appaiono preoccupanti ma meno choccanti di quanto sembra. Si scopre, infatti, che la percentuale di italiani ritrovati è decisamente superiore, intorno al 75%. E che i minori stranieri non accompagnati, che rappresentano larga parte degli scomparsi, sono scomparsi sì ma fino ad un certo punto”, ha dichiarato il commissario straordinario del governo per le persone scomparse.

I minori stranieri dei quali si perdono le tracce, arrivati da soli attraverso i cosiddetti “viaggi della speranza”, hanno un’età compresa “tra i 14 e i 17 anni”. La Riccio ha spiegato: “Parliamo di adolescenti, per lo più maschi, con una certa autonomia. Di ragazzi identificati solo con il nome al momento dell’arrivo, che magari arrivano con già in tasca numeri telefonici e indirizzi di parenti e amici e per i quali l’Italia è solo la tappa di un cammino che ha per destinazione finale altri Paesi, perlopiù Paesi del nord Europa”.

Poi ha precisato: “Molti sono allontanamenti volontari, vere e proprie fughe magari legate a problemi familiari, a forme di disagio giovanile, al rendimento scolastico. Ci sono i casi di sottrazione anche internazionale di minori tra genitori separati, legati ai matrimoni misti”.

Non solo: “Ci sono casi di scomparsa legati in modo diretto o indiretto al mondo della rete, a situazioni di cyberbullismo, di adescamento online o di estorsione sessuale. Un mondo, questo, che la polizia postale monitora con attenzione sempre maggiore anche in considerazione del tempo sempre più lungo che ragazzi e bambini trascorrono davanti agli schermi di pc, tablet e smartphone, anche per gli obblighi della Dad e per l’isolamento imposto dalla pandemia”.

Contents.media
Ultima ora