×

Bari, protesta dei ristoratori blocca la tangenziale: “Vogliamo lavorare”

I ristoratori sono scesi in strada a Bari e hanno bloccato la tangenziale, per protestare contro le chiusure del Governo.

Protesta ristoratori Bari

Le restrizioni imposte dal Governo per contenere la diffusione del Coronavirus continuano a pesare moltissimo sull’aspetto economico del Paese. I ristoratori e altre categorie sono allo stremo delle forze e proprio per questo continuano a dare vita a manifestazioni e proteste.

Protesta dei ristoratori a Bari

Sulla tangenziale di Bari, questa mattina, 1 aprile 2021, è scoppiato il caos. I ristoratori e i mercatali pugliesi hanno deciso di scendere nuovamente in strada, bloccando completamente una corsia della tangenziale. Lo scopo è quello di protestare duramente contro le chiusure imposte dal Governo a causa dell’emergenza stranitaria. I manifestanti hanno preparato un grandissimo striscino con la scritta “Chiudere tutto e tutti”, per far sentire la loro voce e manifestare tutte le loro difficoltà. 

I manifestanti, all’altezza del quartiere Poggiofranco, hanno parcheggiato i loro furgoni in strada, bloccando completamente il transito delle automobili.

Il traffico è stato deviato. “Ci sentiamo ormai allo stremo, non sappiamo più cosa fare per farci ascoltare, ci danno miserie, da un anno non ci fanno lavorare e ancora non c’è un piano per ripartire. Da ottobre avevamo chiesto un lockdown solidale per abbassare la curva dei contagi e permetterci poi di ripartire e tornare a lavorare” hanno dichiarato i ristoratori. 

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Manlio Amelio
2 Aprile 2021 07:03

questi I CHIEDI-RISTORI, una volta davano loro ristoro agli altri… adesso I CHIEDONO-RISTORI….Sono i più coglioni d’Italia!!!! protestano duramente!!!! ahhahahahhahahahhahaha… con candeline, striscione, fiaccolate, e con flash-mob, con i pic-nic ed i boy-scout… non se ne fanno rivoluzione bloccando tangenziali…!!!! minchia che protesta straordinaria… se ne parlerà per milioni di anni, di questa storica rivoluzione…hihihhihiihiihihihi… coglioni del cazzo!!!!… fin quando non prenderete le armi e quelle grosse, non cambierà mai un cazzo per voi ZOMBI, ZOMBI. VOI SIETE ZOMBI CHE CAMMINANO… quando prenderete le armi è farete le cose serie allora la vostra vita si modificherà in meglio.. ed in… Leggi il resto »


Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora