Bari, uomo inneggiava all’Isis: recupero “socio-spirituale”
Cronaca

Bari, uomo inneggiava all’Isis: recupero “socio-spirituale”

Un operaio 35enne italiano di origine albanese residente a Noci, in provincia di Bari, è stato scoperto inneggiare all’Isis su Facebook con immagini e video, trovate sul suo computer e poi sul suo smatphone. Inoltre sono state rinvenute foto che lo mostrano imbracciare una mitragliatrice, e di esecuzioni di persone sequestrate dal gruppo terroristico internazionale. Per l’uomo è stata di conseguenza disposta la sorveglianza speciale d’urgenza per la durata due anni con l’accusa di terrorismo e quindi l’immediato sequestro dei documenti perché non possa espatriare, ma è stato anche deciso nei suoi confronti – con il suo assenso – un programma di recupero “socio-spirituale” attraverso un imam specificamente scelto dalle associazioni islamiche baresi. E’ la prima volta che un provvedimento di questo genere viene applicato nel nostro Paese, deciso dal Tribunale del capoluogo pugliese prima ancora di chiedere il parere della sorveglianza speciale che deve occuparsi del caso. L’esperimento “educativo” antiterrorismo funzionerà – e potrà magari essere applicato nuovamente? -.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche