Bimbo leucemico smette le cure: comincia a guarire da solo
Bimbo leucemico smette le cure: comincia a guarire da solo
News

Bimbo leucemico smette le cure: comincia a guarire da solo

tumore

Dopo aver smesso la cura per la leucemia il bimbo è guarito da solo

I medici avevano dato poche settimane di vita al piccolo Julien, di otto anni, gravemente malato di leucemia. Il bambino una volta interrotte le cure ha iniziato a guarire da solo.

Il caso

Julian vive in Gran Bretagna, nel Lancaschire, dall’età di due anni è gravemente malati di leucemia. Il piccolo si è sottoposto a diverse cure mediche: trapianti di midollo osseo, chemioterapia, ma nessuna delle cure ha portato a risultati efficaci. Per la famiglia sono stati periodi molto difficili, in particolare, quando i medici hanno deciso che Julien non avrebbe festeggiato con i parenti lo scorso Natale perché non c’erano più speranze di guarigione. Ma come dice il detto “la speranza è l’ultima a morire” e così è stato: il bambino ha iniziato a guarire da solo; la sua forma di cancro a retrocedere. I medici quando hanno scoperto questa bella notizia hanno gridato al miracolo perché come riporta Tgcom, il caso di Julien “è uno su sette miliardi”.

La mamma del piccolo, Aneta, ha rilasciato un’intervista al giornale Sun “non potevamo crederci, per mesi ci hanno detto di prepararci al peggio perché Julien sarebbe sicuramente morto”, visto che lottava contro la malattia da quando aveva due anni.

La leucemia è una malattia durissima da combattere e, a maggior ragione, per un piccolo bambino. La madre infatti ha riferito al giornale di come Julien, una volta, ha confessato alla madre che “avrebbe preferito morire“. Dopo il trapianto di midollo, per un anno, ha dovuto fare cicli e cicli di chemioterapia che lo hanno portato allo sfinimento; per questo motivo la mamma dichiara di aver pensato che stava per perdere il bambino e, di aver già pensato di comunicare la triste notizia anche al fratellino di Julian, di quattro anni.

Julian fortunatamente è riuscito a guarire: senza nessuna cura, senza ulteriori trapianti o farmaci speciali; i medici avevano sospeso le cure proprio perché non sapevano che altro tipo di cure sperimentare, oltre a tutte quelle che erano già state impiegate. Il caso di Julian è stato definito un miracolo proprio perché in casi simili al suo l guarigione è praticamente impossibile. La malattia è regredito del 50% , la leucemia è passata da linfoblastica acuta a mieloide acuta, una forma curabile.

Come riportato anche dal sito dell’AIRC e, in base ai dati dell’ Associazione Italiana Registri Tumori, si possono stimare circa 2000 nuovi casi di mieloide acuta all’anno, diffusa soprattutto negli uomini con più di 60 anni, anche questo rende il caso di Julian ancora più straordinario

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche