Bollette non pagate, cosa si rischia
Bollette non pagate, cosa si rischia
Tariffe

Bollette non pagate, cosa si rischia

Bollette non pagate

Cosa succede se un utente non è a posto con il pagamento delle bollette? Vediamo quali possono essere le conseguenze.

Capita, a volte, per la fretta, per le mille cose da fare, per qualche spesa di troppo sulle spalle, che alcune bollette vengano trascurate. Può essere una bolletta che sfugge alla mente, o un pagamento che si sceglie volontariamente di posticipare. A volte il ritardo è solo di qualche giorno, altre volte si protrae per più tempo. In questi casi l’azienda che attende il versamento procede con una lettera di promemoria, per velocizzare il pagamento. Se ancora si attende, però, partono le diffide. Ma cosa si rischia lasciando indietro bollette non pagate? Proviamo ad analizzare le varie possibilità.

Bollette non pagate

Pagare in ritardo una bolletta per una volta non è certo un problema e, di norma, non ci sono conseguenze al ritardo. Se, però, questo genere di comportamento si protrae, è possibile che la compagnia di riferimento prenda provvedimenti. Quali possono essere queste conseguenze? Ovviamente, dipende da quanto è ampio il ritardo di pagamento e quale servizio si sta pagando oltre la scadenza.

In genere, la prima conseguenza visibile è una piccola mora da pagare. Anche l’ammontare di questa varia a seconda del ritardo. In genere, alle spese maggioritarie dovute alla mancata puntualità di versamento si aggiungono le spese postali sostenute dall’azienda fornitrice per inviare la raccomandata di sollecito. Anche questa voce, dunque, andrà ad aggiungersi alle spese a carico dell’utente ritardatario.

La raccomandata di sollecito

Chi dovesse pagare con un certo ritardo una bolletta, sarà certo di ricevere una raccomandata di sollecito. Questa dovrà contenere nuovamente tutti i dati per inoltrare il pagamento e fissare una nuova scadenza entro la quale chiudere la pratica. Può capitare che la somma includa già la percentuale maggioritaria da pagare per scontare il ritardo. Se nel frattempo si è già provveduto a saldare il debito, è necessario comunicarlo alla compagnia entro la data indicata. Esistono anche conseguenze più nette, oltre a quelle di un pagamento aggiuntivo, in caso di ulteriore ritardo? Vediamo.

Sospensione del servizio

La sospensione del servizio in caso di bollette non pagate è un’altra delle possibile conseguenze, sebbene la più estrema.

Dopo avervi dato comunicazione di sollecito, la compagnia vi concederà qualche giorno per saldare il debito. Se anche questo tempo dovesse passare senza ricevere alcun pagamento, allora il servizio vi verrà ridotto. Solitamente si tende a fornire un servizio rallentato per qualche settimana, per poi procedere alla sospensione definitiva. Attenzione, però. Per farlo è necessario che la compagnia abbia seguito tutto l’iter necessario. Se non avete ricevuto il sollecito o non vi è stato rallentato il servizio, il taglio completo dell’erogazione non può essere effettuato. Stesso discorso se in casa abitano persone con gravi problemi di salute. Anche in questo caso il servizio deve sempre essere garantito.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*