×

Borsellino: 25 anni dalla strage di Via D’Amelio

Condividi su Facebook

Sergio Mattarella presiederà il Plenum del CSM, che sarà dedicato al ricordo di Paolo Borsellino, scomparso venticinque anni fa nella strage di Via D'Amelio

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, presiederà il Plenum del CSM, che sarà dedicato al ricordo di Paolo Borsellino, scomparso venticinque anni fa nella strage di Via D’Amelio. Nell’agguato morirono anche gli agenti della scorta.

Il ricordo di Paolo Borsellino: un minuto di silenzio nell’aula del Senato

In occasione della commemorazione dei venticinque anni dalla morte di Paolo Borsellino nella strage di Via D’Amelio (dove persero la vita purtroppo anche gli agenti della scorta), il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella presiederà il Plenum del CSM.

All’ordine del giorno del Plenum ci sarà la pratica Sesta Commissione relativa “alla pubblicazione degli atti su Paolo Borsellino”, al termine del quale si potranno ascoltare le testimonianze della figlia Lucia Borsellino, del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Franco Roberti.

All’incontro sarà presente anche l’attore Luca Zingaretti, che avrà il compito di leggere alcuni passaggi del libro editato dal CSM.

In Senato è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Borsellino e della strage avvenuta venticinque anni fa in Via D’Amelio, con il Presidente Grasso che ha voluto ricordare il “barbaro assassinio del giudice Paolo Borsellino e gli uomini della scorta: Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina”.

Lo stesso Grasso ha poi aggiunto: “Il nostro pensiero è rivolto alle famiglie”. Al termine dell’intervento pronunciato dal Presidente del Senato è seguito un lungo applauso, con i senatori che si sono poi alzati in piedi.

Le parole del Presidente del Senato Grasso in memoria di Paolo Borsellino

Il Presidente del Senato Grasso ha poi voluto dedicare un ricordo dell’amico Paolo Borsellino con un lungo post pubblicato sul proprio profilo Facebook ufficiale: “Di Paolo Borsellino ricordo il sorriso.

Solare, simpatico, sempre pronto a farti uno scherzo: quante risate ci ha fatto fare quando rubava le paperelle che Giovanni custodiva gelosamente sulla sua scrivania per chiedergli poi il riscatto”, ha esordito Grasso.

Che poi nello stesso post ha aggiunto: “Frammenti di vita, che mostrano il volto umano e privato del simbolo che onoriamo in questo triste anniversario. Professionalmente aveva un eccezionale talento, una passione viscerale e una ineguagliabile capacità di superare fatica e delusioni.

Sapeva sempre dare il giusto consiglio ai colleghi più giovani: me ne ha dati tanti, preziosissimi, quando iniziai a studiare le carte del maxiprocesso”.

La ricostruzione della strage

Per sapere cosa sia successo quel giorno e per rivivere quei momenti, guarda il video della ricostruzione della strage in cui morì Borsellino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.