×

Ciro Grillo, la testimonianza dell’amica a Non è l’Arena: “Mi ha detto che l’avevano violentata tutti”

La testimonianza dell'amica della vittima sul caso Ciro Grillo a Non è l'Arena. La ragazza ha raccontato quello che è successo.

Caso Grillo

Continuano le indagini sul caso Ciro Grillo e a Non è l’Arena, Massimo Giletti ha provato a fare una ricostruzione dei fatti, facendo ascoltare la testimonianza dell’amica della vittima, presente quella sera nella villetta.

Ciro Grillo, testimonianza: la ricostruzione

Massimo Giletti, a Non è l’Arena, ha cercato di fare una ricostruzione dei fatti, che risalgono al 2019 e che sono avvenuti nella villetta del figlio di Beppe Grillo, in Sardegna. Nella puntata di domenica 9 maggio 2021, il conduttore ha spiegato che alle 5.30 del mattino ci sono stati i primi approcci nei confronti della ragazza e la famosa spaghettata a cui hanno partecipato tutti. Alle ore 6 sarebbe avvenuta la prima violenza, mentre alle 8.30 la presunta vittima, Silvia, avrebbe svegliato l’amica Roberta, che pare non abbia capito molto perché si trovava in uno stato di dormiveglia.

A questo punto si sarebbero recate in tabaccheria a comprare le sigarette, anche se per quanto riguarda questo orario non c’è alcuna certezza. Alle 9 ci sarebbe stata una seconda presunta violenza di gruppo, mentre alle 14.45 Silvia avrebbe raccontato a Roberta che l’avevano stuprata tutti e quattro gli amici.

Ciro Grillo, testimonianza: le parole della vittima

Verso le 14 e 45 vengo svegliata da Roberta e mi accorgo di essere in uno dei letti singoli, nuda, avvolta in una coperta.

Ricordo l’ora perché alle 15 avevo lezione di kite. Roberta mi chiedeva come stavo ma non riuscivo neanche a rispondere e continuavo a cercare le mie cose per la casa. Roberta voleva andare a salutare i ragazzi prima di andare via. Quindi siamo entrate nell’altra camera matrimoniale e ho visto che erano tutti lì. Non ho detto nulla quando li ho visti, non riuscivo neanche a parlare e loro vedendomi hanno distolto lo sguardo. Io e Roberta siamo riuscite ad andare via mentre loro sono rimasti a casa” sono state le parole di Silvia, presunta vittima di violenza sessuale da parte di Ciro Grillo e dei suoi tre amici.

Ciro Grillo, testimonianza: le parole dell’amica

Massimo Giletti ha fatto ascoltare non solo le parole della vittima, ma anche la ricostruzione audio di Roberta, l’amica presente nella villetta. “Tra le 12 e 30 e le 13 mi sono svegliata e sono andata a cercare Silvia. Era in un letto singolo, nuda, confusa, aveva tutto il trucco colato. Si guardava intorno come se non riuscisse a capire dove fosse. Ha detto: ‘Mi hanno violentata tutti’” ha raccontato Roberta. Le due versioni sono molto simili, tranne per qualche dettaglio che riguarda soprattutto gli orari.

Contents.media
Ultima ora