Come capire se si è meteoropatici, senza i test
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Come capire se si è meteoropatici, senza i test
Lifestyle

Come capire se si è meteoropatici, senza i test

maltempo
maltempo

Quando ci si innervosisce perché in estate piove e in inverno tira troppo vento allora bisognerebbe chiedersi se si è un po' meteoropatici.

L’estate quest’anno si è fatta attendere ma a quanto pare sta finalmente per arrivare. Questi continui cambi di temperatura però favoriscono in alcune persone anche continui cambi d’umore. Se ci si intristisce quando il sole viene coperto da una nuvola oppure il vento ci crea un particolare stress, allora forse vuol dire che si è un po’ meteoropatici. Non è però sempre necessario effettuare uno dei tanti test che si trovano su internet per capire se si è affetti da questo disturbo.

Capire se si è meteoropatici

Per capire se si è meteoropatici è sufficiente analizzare il proprio umore in determinati momenti della giornata. Se per esempio quando la mattina ci si alza dal letto nervosi perché non brilla il sole come da previsioni del tempo, allora bisognerebbe cominciare a farsi qualche domanda. Molte persone meteoropatiche inoltre non sopportano i mesi autunnali o invernali, preferendo di gran lunga l’estate. Stagione da questi considerata come quella per eccellenza che mette allegria.

Altro fenomeno atmosferico che irrita molto i meteoropatici è per esempio la nebbia.

Ma anche quelle nuvole basse che avvolgono ogni cosa, cariche di particelle di pioggia. In alcuni casi poi persino la neve è mal tollerata. Se ai più la caduta dei candidi fiocchi mette allegria, spesso invece ai meteoropatici crea addirittura un senso di oppressione, e non solo per gli eventuali disagi che la neve può provocare.

Anche il vento può causare in tali soggetti vari disturbi, anche fisici. Tra questi il più frequente è il mal di testa, e non solo perché c’è uno scontro tra due aree di alta e bassa pressione. I meteoropatici quindi prevalentemente attendono le belle giornate di sole per uscire, ma anche il caldo potrebbe infastidirli. Quando splende il sole molti soggetti cominciano a soffrire per esempio il fatto di dover andare a lavoro o a scuola.

I disturbi dei meteoropatici

Anche se molti considerato le persone meteoropatiche come una sorta di malati immaginari, in realtà la meteoropatia è una vera e propria sindrome.

Ovviamente, non è sufficiente essere un po’ tristi quando piove per pensare di esserne affetti. I meteoropatici infatti sono colpiti da veri e propri disturbi fisici e psichici appena variano le condizioni atmosferiche. Di norma, i meteoropatici cominciano ad accusare i primi disturbi anche diverse ore prima che cambi il tempo.

Si comincia sentendosi nervosi ed irritati. Se è sera, invece, può accadere che non si riesca a prendere sonno. Quando muta il tempo si entra nella cosiddetta fase acuta del disturbo, con alcune persone che entrano in una sorta di fase apatica e depressiva. Fase che termina appena torna a splendere il sole. La maggioranza dei meteoropatici infatti soffre la pioggia, il vento ed il clima particolarmente umido. Non è raro inoltre che alcuni soggetti accusino anche dolori reumatici.

Gli esperti spiegano infine che le persone maggiormente predisposte ai disturbi causati dalla meteoropatia sono coloro che presentano già dei problemi al sistema neurovegetativo. Tra questi, per esempio, chi soffre di ansia o depressione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche