Cosa fare quando non si riesce a dormire per il troppo caldo - Notizie.it
Cosa fare quando non si riesce a dormire per il troppo caldo
Wellness

Cosa fare quando non si riesce a dormire per il troppo caldo

Cosa fare quando non si riesce a dormire per il troppo caldo?

Il caldo è uno dei motivi principali per cui la notte si soffre di insonnia. Gli esperti affermano che quando la temperatura è superiore ai 25 gradi centigradi, aumenta la probabilità di essere colpiti dall’insonnia e a lungo andare può essere una condizione di disagio, specialmente per gli adulti.

L’impossibilità di conciliare il sonno è un problema tipico del periodo estivo che colpisce sia le donne che gli uomini di qualunque età. Anche nei mesi prima che le temperature si alzino non si può fare niente. Nonostante si tratti di un fenomeno meteorologico di cui non abbiamo il controllo possiamo comunque provare ad adottare alcuni metodi per evitare l’insonnia. L’ideale è cercare di mantenere la casa più fresca possibile. E come riuscirci? È importante tenere le persiane chiuse durante il giorno così come le finestre, soprattutto durante i picchi di caldo nel mezzo del giorno.

Una volta che il sole tramonta, si potranno aprire le finestre generando correnti d’aria per rinfrescare la casa prima di coricarsi.

Se si ha l’aria condizionata, è necessario usarla consapevolmente. La temperatura perfetta oscilla infatti tra i 24 e i 26 gradi centigradi, se la temperatura si abbassa al di sotto della media raccomandata potrebbe essere pericoloso per la propria salute poiché si potrebbe infiammare la gola, senza contare il maggior dispendio di energia. Inoltre, è importante anche che non ci sia troppo rumore all’esterno della camera da letto in quanto i rumori disturbano il sonno.

Allo stesso tempo si raccomanda di non fare attività sportiva prima di andare a dormire poiché in tal modo si stimola l’organismo e lo si incita a rimanere attivo più a lungo. L’ideale sarebbe cercare di rilassarsi prima di dormire con attività più tranquille e meno frenetiche. Si può optare anche per lo spegnimento delle luci delle stanze adiacenti e della propria camera da letto, cercando di creare così un’atmosfera che stimoli il rilassamento sia fisico che mentale.

Si può scegliere di guardare la tv o di leggere un libro.. La cosa più importante è rimanere tranquilli in modo da evitare ansie che potrebbero sortire l’effetto opposto a quello di conciliare il sonno. Esistono, inoltre, alternative che possono aiutarci a passare una notte tranquilla. Tra queste ricordiamo l’assunzione di un medicinale omeopatico. Il vantaggio di questo farmaco è che ha pochi effetti collaterali e non crea dipendenza, così che si può smettere di assumerlo quando preferiamo. 341

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche