Crolla una palazzina di due piani, paura a Milano
Crolla una palazzina di due piani, paura a Milano
Cronaca

Crolla una palazzina di due piani, paura a Milano

crollo rescaldina
crollo rescaldina

È crollata una palazzina nel milanese, a Rescaldina, immediati i soccorsi.

Una palazzina di due piani è crollata a Rescaldina, piccolo comune in provincia di Milano. È accaduto alle prime luci dell’alba e, a quanto appreso, i vigili del fuoco avrebbero immediatamente, appena intervenuti, estratto tre persone dalle macerie.

Estratte tre persone dalla palazzina

La notizia, almeno al momento positiva, è che le tre persone estratte dalla macerie sono ancora in vita. I soccorsi sono giunti sul posto subito dopo che è stato dato l’allarme, e al momento si attende ancora di capire cosa sia effettivamente successo, come è avvenuto il cedimento.

Nella palazzina che si trova a Rescaldina, comune dell’hinterland a nord ovest di Milano, situata esattamente in via Baracca, vivevano in totale ventisette persone.

Lo stabile, che consta due piani, è parzialmente crollato. A parte le persone estratte vive, si parla di un’altra persona che si troverebbe ancora sotto le macerie, e per la quale i soccorsi sono ancora allertati. Non ci sono notizie rispetto alle sue condizioni, ma si continua a scavare.

Tratti in salvo tutti i condomini

In attesa delle notizie riguardanti le ultime persone coinvolte nel crollo, sembra oramai certo che tutti gli inquilini dello stabile sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco.

Secondo un calcolo ultimo, ad essere estratti vivi dalle macerie sono state nove persone, di cui quattro bambini.

Non tutti sono in gravi condizioni, ma si attende il respono ultimo dei sanitari. Per quanto riguarda i bambini coinvolti, due sono stati trasportati, in codice verde, negli ospedali della zona. Per altri due, invece, che presentavano ustioni al volto, è stato scelto l’ospedale Niguarda di Milano.

palazzina

Si indaga per accertare cosa sia accaduto

Oltre ai soccorsi che continuano in maniera indefessa, si è ancora in una prima fase di accertamento rispetto a ciò che ha provocato il crollo della palazzina. Diverse, come spesso capita in queste situazioni, le ipotesi rispetto a ciò che potrebbe essere accaduto.

La prima ipotesi, che al momento è anche quella più accreditata, è quella riferita ad una ipotetica esplosione che avrebbe provocato il cedimento della struttura. Lo stabile, che è composto da composto da 12 appartamenti, ha subito un crollo strutturale che ha interessato tre appartamenti.

Nove le persone coinvolte

Complessivamente, a quanto appreso dai soccorritori giunti sul posto, le persone coinvolte risulterebbero essere nove in totale.

Tra queste, sempre rispetto alle ultime notizie divulgate, sicuramente in otto sarebbero riuscite a trarsi in salvo, da sole o con l’aiuto dei vigili del fuoco, e immediatamente, come già detto, trasportate in condizioni non gravi in diversi ospedali del circondario.

Solo rispetto ad uno degli inquilini, almeno fino a questo momento, si cerca tutt’ora di capire cosa sia accaduto, se è stato tratto in salvo, se è ancora sotto le macerie e, soprattutto, quali siano le sue condizioni di salute attuali.

Il commento del sindaco

Sul posto, appena avvertito, è intervenuto il sindaco del paese, Michele Cattaneo, che ha voluto rilasciare una dichiarazione rispetto all’accaduto, ribadendo che tutte le persone coinvolte sono ancora vive, e che la priorità attuale è quella di trovare loro una sistemazione.

Il primo cittadino di Rescaldina, inoltre, ha precisato che le persone coinvolte sono in totale 27, tra cui, come già detto, 4 bambini: “nove di queste persone sono state ricoverate.

Nessuna certezza ancora sulla causa, ma si ipotizza una fuga di gas”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche