Torino, multa al bar Norman: trovati escrementi di topo
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Torino, multa al bar Norman: trovati escrementi di topo
Cronaca

Torino, multa al bar Norman: trovati escrementi di topo

bar norman

Multa da quasi 28mila euro e titolare denunciata. E' questo il risultato del blitz della Polizia di Stato al bar Norman, storico locale di Torino.

Il rinomato bar Norman di Torino è stato multato dagli agenti del commissariato Centro, che hanno effettuato un blitz nello storico locale di via Pietro Micca assieme ai colleghi del Reparto anticrimine e della Divisione polizia amministrativa. L’ispezione e avvenuta lo scorso fine settimana. Una volta entrati, i poliziotti, coordinati dal questore Francesco Messina, hanno trovato alimenti in un pessimo stato di conservazione. E non solo.

Bar Norman: multa da 28mila euro

Oggetto dell’indagine i locali dispensa situati sotto il locale. Appena scesi nel sotterraneo, gli agenti hanno notato subito che c’era qualcosa che non andava. Dalla stanza infatti provenivano cattivi odori. In particolare, sarebbe stata rinvenuta della carne in iniziale stato di decomposizione. Più grave ancora il fatto che la Polizia di Stato abbia trovato escrementi di topi sugli scaffali dove i prodotti vengono collocati.

Al termine dell’ispezione, gli agenti avrebbero sequestrato un chilo di cibi scaduti nei frigoriferi della cucina e dei sotterranei.

Oggetto di contestazione però gli stessi frigo perché non erano dotati di termometri a lettura esterna. Tra le varie violazioni amministrative segnalate anche l’esposizione di prodotti senza prezzo, non confezionati e senza tracciabilità. Evidenziato inoltre il mancato utilizzo di contenitori per rifiuti con apertura a pedale.

Sembra inoltre che all’atto del controllo di Polizia sia stata riscontrata la mancata esposizione della Scia (segnalazione certificata di inizio attività). Nessuna chiusura comunque per il bar Norman che può continuare con la sua attività anche se la titolare è stata denunciata per vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione e frode nell’esercizio del commercio. La multa ammonta a quasi 28mila euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche