Milano, caos a Malpensa: migrante fugge sulla pista, scalo bloccato | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Milano, caos a Malpensa: migrante fugge sulla pista, scalo bloccato
Cronaca

Milano, caos a Malpensa: migrante fugge sulla pista, scalo bloccato

aeroporto malpensa

Un migrante di nazionalità egiziana è fuggito dall'aereo che avrebbe dovuto rimpatriarlo, scappando sulle piste dell'aeroporto di Malpensa.

Attimi di caos all’aeroporto di Malpensa: un uomo di nazionalità egiziana è fuggito dall’aereo sul quale era stato imbarcato per il rimpatrio, lanciandosi fuori dal velivolo e correndo sulla pista. E’ accaduto nella serata del 15 gennaio e, per ragioni di sicurezza, tutti i voli in arrivo allo scalo milanese sono stati dirottati verso altri aeroporti, Linate su tutti, mentre gli aerei in partenza sono stati tenuti fermi sulla pista. E tutte le piste, ad eccezione di una riaperta in un secondo momento, sono state chiuse come confermato dall’aeroporto in un tweet. Secondo le informazioni riportate da Sky e dal Corriere, l’egiziano doveva essere riportato nel Paese di provenienza ma una volta salito a bordo dell’aeromobile dalla porta anteriore avrebbe iniziato a correre guadagnando la fuga da quella posteriore. Provocando di fatto la paralisi dell’aeroporto e danni economici al momento non stimabili ma certamente molto elevati.


Fuga egiziano, la ricostruzione dei fatti

La polizia, che scortava l’uomo, lo ha inseguito ma al momento l’egiziano risulta ricercato dalle forze dell’ordine.

Stando alla ricostruzione dei fatti l’uomo aveva gettato i documenti e, dal momento che non era identificabile, le autorità avevano deciso di respingerlo imbarcandolo su un aereo diretto a Dakar, in Senegal. Ma non appena la scaletta di accesso al velivolo è stata rimossa dal personale di volo, approfittando di un istante di distrazione di una hostess, l’uomo è scappato lanciandosi dal mezzo, passando dal portellone ancora aperto.

Chiuse le piste dello scalo milanese

La chiusura delle piste per ragioni di sicurezza è stata decisa dal gestore dello scalo alle 19:30, con immediata riunione del comitato di crisi formato da Enav ed Enac, di concerto con Polizia di Stato e le altre autorità aeroportuali. Cinquanta minuti dopo è stata riaperta, su decisione di Enav, Enaco e polizia, una delle due piste dello scalo di Malpensa, la 35L. La polizia ha organizzato presidi presso tutti i raccordi, in coordinamento con il gestore dello scalo, per cercare di individuare al più presto l’uomo in fuga.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Daniele Orlandi
Daniele Orlandi 6120 Articoli
Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.