Lecce, auto si schianta contro un palo: 32enne muore
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Lecce, auto si schianta contro un palo: 32enne muore
Cronaca

Lecce, auto si schianta contro un palo: 32enne muore

incidente

All'origine del mortale incidente forse un colpo di sonno. Un'auto esce fuori strada e si ribalta. Muore in ospedale il giovane guidatore.

Incidente mortale alla periferia di Lecce, nei pressi dell’ultimo tratto di via Marcello Chiatante, l’arteria principale della zona industriale della città. Alle prime luci dell’alba di giovedì 24 gennaio 2019 un’automobile è uscita fuori strada. Lo schianto è stato terribile. La Mercedes Classe A è infatti andata a collidere contro un pilone, all’altezza della rotatoria che si trova poco distante dal Motel Aloisi.

L’incidente

L’auto si è a quel punto ribaltata. Il guidatore, il 32enne Gianluca Bisconti residente a Frigole, frazione di Lecce, è stato così sbalzato fuori dall’abitacolo. Non è chiaro chi abbia lanciato per primo l’allarme, anche se Lecceprima.it riferisce che il corpo del giovane sarebbe stato trovato sull’asfalto da un vigilante di passaggio che stava pattugliando la zona industriale.

Sul posto è giunta immediatamente un’ambulanza. I sanitari hanno dapprima cercato di rianimare il 32enne sul posto, poi c’è stata la corsa in ospedale. Le condizioni di Gianluca Bisconti però sono parse subito particolarmente gravi.

A due ore circa dal ricovero, il cuore del giovane ha quindi smesso di battere.

Le possibili cause

Ancora da accertare con esattezza la dinamica dell’incidente stradale, che non ha coinvolto nessun’altra vettura se non quella di Gianluca Bisconti. Sul posto, per effettuare i rilievi, sono intervenuti gli agenti di polizia locale del comando di Lecce. Stando alle primissime ricostruzioni, l’auto durante la corsa ha cambiato improvvisamente traiettoria.

Non escluso quindi che il 32enne abbia avuto un colpo di sonno. La Mercedes infatti è uscita fuori dalla carreggiata, invadendo il marciapiede e andando a sbattere contro un palo.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche