Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Tumori bruciati a 150 gradi: miracolo a Padova
Cronaca

Tumori bruciati a 150 gradi: miracolo a Padova

tumori bruciati 150 gradi

Il quadro clinico era stato definito dai medici "disarmante": nonostante questo sono riusciti a salvare la vita ad un uomo di 80 anni.

Tumori bruciati a 150 gradi: questa la straordinaria soluzione escogitata dai medici dell’ospedale di Padova per salvare la vita ad un anziano. Nella Primavera del 2019, l’80enne, si era recato in ospedale per un normale controllo ecografico. L’esame però rivelò la presenza di due tumori primitivi al fegato e al rene. La malattia cardiaca grave di cui già soffriva, però, non permetteva ai dottori un intervento di chirurgia per via dei troppi rischi anestesiologici-chirurgici.

Stando a quanto riportato dal sito leggo.it, i medici che hanno preso in cura il paziente avevano evidenziato un quadro clinico complessivamente disarmante. Come curarlo? L’équipe dell’Unità operativa semplice di Epatologia dell’ospedale Madre Teresa di Calcutta di Monselice, diretta da Mauro Mazzucco, in seno all’Unità operativa complessa di Medicina guidata da Lucia Leone, ha proposto l’intervento di termoablazione mediante microonde. Tale operazione si effettua in modo ecoguidato per via percutanea con trattamento sincrono delle due lesioni, epatica e renale.

L’operazione è stata effettuata tramite sedazione profonda e respiro spontaneo (senza anestesia generale).

Il trattamento dei due tumori è durato in tutto circa 20 minuti.

Tumori bruciati a 150 gradi

L’Ulss 6 Euganea ha annunciato l’operazione a cui si è sottoposto l’anziano consiste in “un intervento sincrono su una coppia di lesioni cancerose, a fegato e rene, mediante termoablazione con microonde ecoguidata per via percutanea: un intervento, cioè, dove non viene utilizzato un bisturi, ma un ago che attraversa la pelle del paziente (via percutanea) fino a raggiungere la zona malata, uccidendo le cellule tumorali mediante il calore”.

In seguito al controllo ecografico con mezzo di contrasto eseguito dopo 24 ore il verificarsi dell’operazione ha dimostrato quanto tutti speravano. L’anziano è perfettamente guarito: dei tumori non c’era più alcuna traccia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche