×

Omicidio Luca Sacchi: anche la fidanzata andrà a giudizio immediato

Condividi su Facebook

Sono sei gli imputati che andranno a giudizio immediato per l'omicidio di Luca Sacchi, avvenuto lo scorso ottobre, tra cui la fidanzata Anastasiya.

omicidio-luca-sacchi

Novità sul caso dell’Omicidio di Luca Sacchi, il 24enne ucciso lo scorso ottobre a Roma. Per la morte del giovane andranno infatti a giudizio immediato sei imputati, tra cui i due killer Valerio del Grosso e Paolo Pirino nonché la fidanzata Anastasiya Kylemnyk. A giudizio andranno anche il pusher Marcello de Propris, accusato di aver fornito la pistola con cui Del Grosso ha sparato a Sacchi quella notte, e l’amico d’infanzia del 24enne Giovanni Princi, considerato colui che ha finanziato l’acquisto dei 15 chili di marijuana.

Omicidio Luca Sacchi: giudizio immediato

Stando alle ultime ricostruzioni degli inquirenti, la morte di Luca Sacchi sarebbe da inserire nel contesto di uno scambio di droga finito male e non il triste epilogo di una rapina che sie era inizialmente ipotizzato. Sin dai primi interrogatori sono emerse infatti numerose discrepanze tra ciò che raccontavano i due indiziati per la morte del giovane (Del Grosso e Pirino) e gli amici di Luca, tra cui la stessa fidanzata Anastasiya che nello scambio di droga avrebbe ricoperto il ruolo dell’esca.

All’interno dello zaino della ragazza erano infatti presenti circa 80mila euro in contanti che sarebbero dovuto servire per l’acquisto di 15 chili di marijuana.


Tra le stranezze rilevate dagli investigatori vi è inoltre la strenua reticenza degli amici di Luca Sacchi che durante le indagini si contrapponeva alle continue dichiarazioni dei due arrestati. La Procura di Roma ha infine contestato a Del Grosso, Pirino e De Propris l’aggravante della premeditazione, come precisato anche nel capo d’imputazione in cui si legge che i killer sono giunti in via Mommsen: “entrambi armati, il primo di un revolver calibro 38 fornitogli da Marcello De Propris, e Pirino di una mazza da baseball”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche