> > Salva amica da uno stupro e viene massacrato di botte: arrestato aggressore

Salva amica da uno stupro e viene massacrato di botte: arrestato aggressore

salva stupro massacrato botte arrestato

Il tunisino è stato massacrato di botte dopo avere salvato un'amica senza fissa dimora da uno stupro.

Prima ha provato a violentare una giovane, poi ha massacrato di botte colui che gli ha impedito di raggiungere il suo scopo.

Un uomo di 45 anni è stato arrestato alla stazione Termini di Roma con l’accusa di violenza sessuale e tentato omicidio. Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire alla sua identità grazie alle immagini delle telecamere.

Il tentato stupro e l’aggressione

L’episodio risale alla fine di novembre. Una ragazza senza fissa dimora si era sistemata sotto i portici di piazza Cinquecento, davanti la stazione Termini, per trascorrere la notte.

Un quarantacinquenne tunisino l’ha avvicinata ed ha tentato di violentarla. Mentre le sfilava i vestiti un amico della donna, attratto dalle urla, si è precipitato nel luogo e ha fermato l’uomo. I due, entrambi anch’essi senza tetto, sono venuti alle mani. L’aggressore ha massacrato di botte il trentenne marocchino. Calci e pugni in testa e sul volto tanto da ridurlo in fin di vita. Poi è fuggito.

Le due vittime hanno avvertito le forze dell’ordine, che grazie alle immagini delle telecamere sono risaliti all’aggressore.

L’uomo è stato arrestato. La donna e l’amico intervenuto in suo aiuto sono stati trasportati in ospedale per sottoporsi alle cure dei medici. Il tunisino ha ricevuto 30 giorni di prognosi, mentre la ragazza 5.