×

Sala giochi clandestina in tempi di Covid: multa da 300mila euro

Condividi su Facebook

I finanzieri scoprono sala giochi clandestina allestita nel retro di un bar: 300mila euro di multa. Non si era fermata nemmeno con la pandemia

sala giochi

Nei mesi di lockdown imposti dal governo durante l’emergenza sanitaria, il mondo si è fermato. O quasi. C’è chi, di nascosto è riuscito a sfuggire ai controlli per andare a giocare d’azzardo. Come è capitato a Torino, dove i finanzieri hanno scoperto una sala giochi nascosta nel retrobottega di un bar.

Sala giochi clandestina nel retrobottega

Le giocate d’azzardo clandestine potrebbero costare davvero molto, ben 300mila euro. È la cifra che dovrà pagare il titolare di un bar in Corso Giulio Cesare, che ha allestito nel retrobottega una vera e propria sala giochi clandestina.

Quando i finanzieri, durante i controlli, sono entrati nel bar, hanno trovato i clienti che giocavano alle videoslot illegali: alcuni di loro avevano anche dosi di droga in tasca. Gli apparecchi da gioco installati nella stanza erano totalmente illeciti, e scollegati dalla rete dei Monopoli di Stato per non attirare eventuali controlli. Un sistema, quindi, completamente abusivo e senza autorizzazione, dove i giocatori non erano tutelati e il gestore del bar riusciva ad eludere eventuali poste dovute.


Multa da 300mila euro

I finanzieri hanno identificato tutti i presenti, prevalentemente assidui frequentatori della sala giochi. Fermato anche un nigeriano in possesso di sostanze stupefacenti. L’attività è stata sospesa e il gestore del bar, nonché proprietario e produttore delle videoslot ora sequestrate, dovrà pagare un prezzo alto: 300mila euro di multa.

Nata a Voghera, il 08/09/1996, è laureata in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità (CIM) presso l’Università di Pavia. Collabora con Gilt Magazine e ha lavorato presso SkyTG24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Alessandra Tropiano

Nata a Voghera, il 08/09/1996, è laureata in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità (CIM) presso l’Università di Pavia. Collabora con Gilt Magazine e ha lavorato presso SkyTG24.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.