×

Fase 3, cinema e teatri pronti a riaprire: le regole

Cinema e teatri pronti a riaprire in fase 3, ma ci saranno alcune regole fondamentali da rispettare per evitare il contagio.

Fase 3: cinema e teatri riaprono: le regole
Le regole per cinema e teatri nella fase 3.

Dal 15 giugno 2020 riaprono cinema e teatri, durante la fase 3 dell’emergenza Coronavirus. Non sarà sicuramente semplice né immediato, si prevede infatti un lento adattamento nel rispetto delle regole fondamentali, come il distanziamento sociale, riduzione del numero di ingressi e uso delle mascherine.

Fase 3: riaprono cinema e teatri

Per il momento non è nulla di certo, dato che sarà il Governo a rendere note le norme per la riapertura di cinema e teatri in Italia, con un nuovo DPCM.

Sono previsti infatti gli Stati Generali per il weekend del 13 e 14 giugno 2020, durante i quali dovrebbe venire presentato il piano d’azione per questo tipo di attività.

Secondo le stime della Federazione italiana pubblici esercizi (FIPE), il crollo degli incassi per tutte le realtà commerciali supera, in generale, il 50%. Possiamo dire che la fase 2 sia in dirittura di arrivo, anche se scuole e università, parte integrante della cultura, non riapriranno fino a settembre per questioni di sicurezza sanitaria.

Le regole per gli spettacoli al chiuso

Per quanto riguarda invece le regole, o per meglio dire linee guida, destinate a cinema e teatri in riapertura dal 15 giugno, abbiamo:

  • i posti a sedere (comprese, se consentite, postazioni prive di una seduta fisica vera e propria) dovranno prevedere un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro;
  • obbligatorio l’utilizzo della mascherina durante la proiezione (bambini compresi);
  • spettacoli al chiuso con numero massimo di spettatori a 200, per quelli all’aperto a 1.000, installando strutture per lo stazionamento del pubblico nella loro più ampia modulazione;
  • incentivazione all’acquisto dei biglietti online;
  • al cinema non si potranno consumare cibo e bevande durante la proiezione;
  • i gestori dovranno garantire una continua areazione per il ricambio dell’aria;
  • gli artisti che si esibiranno non dovranno mai avvicinarsi oltre i 2 metri agli spettatori.
Contents.media
Ultima ora