×

Il campione di poker Matteo Mutti morto per Coronavirus

Condividi su Facebook

A soli 29 anni aveva sconfitto la leucemia, ma Matteo Mutti è morto a causa delle complicanze da Coronavirus.

matteo mutti morto
È morto Matteo Mutti, il campione di Poker aveva solo 29 anni

Il destino a volte è davvero beffardo e ti sfida come in una partita a poker. Lì dove Matteo Mutti era un grandissimo campione: con la sua forza aveva sconfitto la leucemia, che lo aveva colpito in giovane età. Ma nulla ha potuto contro il Coronavirus.

È morto a soli 29 anni il campione di poker italiano. A un anno di distanza dalla terribile diagnosi sulla leucemia arriva l’ennesima doccia fredda in casa Mutti.

Matteo è morto a causa delle complicanze da Coronavirus lunedì 29 giugno. Lo scorso aprile il ricovero in terapia intensiva a causa dei danni ai polmoni per le complicanze dell’infezione. Ma anche qui sembrava aver avuto lui la meglio: l’ultimo tampone era negativo.

Poi le complicanze e il tracollo dei suoi parametri.

Matteo Mutti è morto

I funerali si sono svolti a Tirano, sua città natale dove viveva con mamma Franca e papà Francesco. I fratelli più grandi piangono la dipartita del giovane 29enne, così come i nipotini. Ma è un lutto che colpisce anche il mondo del poker.

Matteo era un vero e proprio asso: il suo curriculum parla chiaro.

Vittoria nel Main Event del Wsop international circuit del 2016 a Campione d’Italia, il Main event dell’Italian poker tour conquistato a Nova Gorica nel 2015, un titolo Ipt e un side Ept con 40 bandierine in carriera: 300 mila dollari portati a casa dal vivo, senza contare i successi online.


Poi gli ultimi mesi strazianti di vita: “Per 70 giorni i genitori non hanno potuto vederlo a causa delle rigide regole imposte dall’emergenza Covid, che non consentivano di entrare in ospedale. Matteo era solare, altruista, un campione che amava la vita”, è il ricordo dello zio Marco. “Papà quando mi porti a casa? È stata l’ultima frase che mi ha detto. Gli tenevo la mano, era intubato, eppure si sforzava di parlarmi”, altro non riesce ad aggiungere il padre Francesco alle cronache locali.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.