×

Il focolaio di Coronavirus alla Tnt preoccupa: “lavate le mani”

Condividi su Facebook

Chi riceve i pacchi dalle aziende di trasporto deve lavarsi assolutamente le mani: preoccupa il focolaio di Coronavirus alla Tnt.

coronavirus focolaio tnt bologna
Le avvertenze dopo il focolaio di Coronavirus alla Tnt di Bologna: "Lavatevi le mani"

A preoccupare sono le aziende di trasporto del settore logistica, ovvero quelle che solitamente consentono di sfruttare appieno il potenziale dell’eCommerce e delle spedizioni a domicilio. Dopo i casi di Coronavirus alla Bartolini dello scorso giugno, con un focolaio che ha coinvolto circa 100 dipendenti, a destare particolari ansie adesso è la Tnt: sempre a Bologna, infatti, si registrano focolai interni all’azienda di logistica.


Numeri alla mano, alla Tnt di Bologna sono al momento 29 i positivi al Coronavirus ma non sorprenderebbe se i casi dovessero aumentare nelle prossime ore: l’Ausl dell’Emilia Romagna, infatti, fa sapere di essere a lavoro con tutti i test del caso.

L’iniziativa della Regione

Dopo i focolai nel mondo della logistica è pronto l’intervento della Regione Emilia Romagna che sottoporrà a tutti i dipendenti del settore merci il test sierologici. Che non sarà facoltativo, ma assolutamente obbligatorio.

A spiegarlo a ‘Il Resto del Carlino’ è l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini: “Non vogliamo bloccare una filiera così nevralgica come quella della logistica, ma non possiamo tollerare alcun rischio per la salute e la sicurezza di tutti gli emiliano-romagnoli.

Per questo, in pochi giorni definiremo un’ordinanza regionale che renderà i test sierologici obbligatori per tutti i lavoratori del settore”.

Coronavirus, focolaio alla Tnt

Secondo Tiziano Loreti, coordinatore della Si Cobas di Bologna, i casi di Coronavirus alla Tnt di Bologna sono destinati ad aumentare. Ne è certo poiché: “C’è un grosso rischio, dovuto all’esternalizzazione esasperata del lavoro da parte delle aziende per rincorrere il massimo ribasso”. La logistica, secondo gli esperti, resta un settore enorme e complesso che non riguarda solo il trasporto: “Le regole di sicurezza sono rispettate e i servizi assicurati oggi come lo sono stati nei mesi peggiori della pandemia, il nostro non è un settore più a rischio di altri.

Se i sindacati hanno notizie di violazioni facciano i nomi e si procederà nelle sedi opportune”, è il commento di Nereo Marcucci del Cnel.



Ed è per questo motivo che l’Istituto Superiore di Sanità, in merito al Coronavirus presente sui pacchi che arrivano dalle aziende di logistica, commenta così: “Al momento non sono noti casi di infezione da pacchi e che sul cartone il virus vive un tempo brevissimo, ma è importante non collocarlo sul letto o in cucina e lavarsi le mani dopo averlo maneggiato, buttando via la scatola”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
ew 131 in passeggio e molestia in industria ora
11 Luglio 2020 10:36

siamo alle solite?


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.