×

Coronavirus, Zangrillo: “C’è una bassa carica virale”

Condividi su Facebook

Zangrillo sulla carica virale del coronavirus: "È bassa, il virus è mutato".

coronavirus zangrillo carica virale

Alberto Zangrillo, direttore del reparto di Terapia intensiva del San Raffaele di Milano, non cambia idea e porta avanti la sua idea sulla mutazione del coronavirus, malgrado le forti critiche ricevute. Per il medico di Berlusconi il virus è mutato e la sua carica virale si è indebolita.

A riprova delle sue affermazioni su Twitter ha pubblicato un studio da lui stesso così descitto:“In questo studio hanno dimostrato come una bassa carica virale è risultata indipendentemente associata ad un ridotto rischio di essere intubati e morire: i pazienti intubati e deceduti avevano una carica virale 8 volte superiore a quelli sopravvissuti/non intubati”.

Zangrillo e la carica virale del coronavirus

Poi, in un altro tweet, Zangrillo lancia un ulteriore messaggio a quelli che lui più volte ha definito allarmisti eccessivi: “Come anticipato da studi anche del San Raffaele, è sempre più evidente la correlazione tra ridotta carica virale e variazione quadro clinico, motivo per cui da Maggio abbiamo visto perlopiù malati asintomatici o che comunque non necessitavano della terapia intensiva”. Una situazione ben differente rispetto ai primi mesi di pandemia.

Nel frattempo il direttore del reparto di Terapia intensiva del San Raffaele di Milano viene fortemente criticato sul web da coloro che non hanno potuto non notare che due sue illustri pazienti, Briatore e Berlusconi, siano risultati positivi al coronavirus. Ironia della sorte per alcuni, specie per chi non condivide la posizione del dottore.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.